APC
Nasce la Supercar di Google che si guida da sola

Nasce la Supercar di Google che si guida da sola

Google ha sviluppato un prototipo di automobile in grado di guidare da sola, evitare gli ostacoli e seguire la segnaletica: dopo 225mila chilometri di prove su strada, l'auto senza pilota è realtà .

Pubblicato: 11/10/2010 11:30

di: Redazione D.Life

   

Fino ad oggi, la possibilità  di salire su un'automobile e farsi trasportare a destinazione senza dover guidare era stata solo una fantasia da racconti o film di fantascienza. 
Automobili senza pilota hanno popolato i sogni di ingegneri e narratori per molti decenni, ma gli ostacoli tecnologici parevano insormontabili.
Con l'ultima invenzione di Google, però, la fantasia sembra essere diventata finalmente realtà .
BigG ha infatti progettato un veicolo che, grazie a un sistema misto di telecamere, rilevatori laser e un'intelligenza artificiale molto avanzata, è in grado di circolare in totale autonomia, senza necessità  di un pilota.
nasce-la-supercar-di-google-che-si-guida-da-sola-1.jpg Automobili che guidano da sole esistono già , ma sono lente e imprecise nei tempi di risposta, rendendo sempre necessaria la presenza di un pilota umano per effettuare continui aggiustamenti.
Il prototipo di Mountain View ha invece già  percorso 225mila miglia sulle strade della California, dimostrandosi più che all'altezza delle aspettative. L'auto si è rivelata sicura e affidabile, rimanendo coinvolta in un solo incidente, provocato però da un'altra autovettura guidata da un "normale" pilota umano. E, come tale, "imperfetto".
Il segreto dell'incredibile precisione della supercar di Google risiede nel programma che analizza i dati trasmessi dai sensori di cui l'auto è dotata.
nasce-la-supercar-di-google-che-si-guida-da-sola-2.jpgLa telecamera posta sul tettuccio riprende in ogni momento la situazione tutto intorno al veicolo, prestando particolare attenzione alla velocità  di rotazione delle ruote delle altre auto e ai movimenti della testa dei guidatori, per capire le loro intenzioni in anticipo.
Il risultato è una maggiore velocità  nel rilevare ostacoli e improvvisi cambiamenti di percorso, particolare che renderebbe l'auto di Google persino più affidabile di una guidata da un essere umano.
Questa superiorità  dell'auto robotica nei confronti dei piloti umani potrebbe far storcere il naso a molti, ma i vantaggi portati da veicoli tanto avanzati sarebbero enormi, primo fra tutti la diminuzione della mortalità  sulle strade.
Ogni anno, in America come nel mondo, migliaia e migliaia di persone perdono la vita a causa di incidenti stradali dovuti a guida troppo spericolata, ebbrezza e distrazione.
Un'automobile come quella progettata da Google, secondo le prime stime, abbasserebbe la mortalità  su strada del 50% e nessuno può rimanere insensibile di fronte a numeri tanto importanti.
Padre del progetto è il 43enne Sebastian Thrun, direttore dello Stanford Artificial Intelligence Laboratory, che ha collaborato allo sviluppo del controverso servizio Street View per Google.
Per vedere l'auto di Google in commercio ci vorranno ancora degli anni, ma le ottime risposte in fase di collaudo fanno ben sperare.

Ultime News
InMotion Ventures sostiene una start-up di taxi a guida autonoma

InMotion Ventures sostiene una start-up di taxi a guida autonoma

La raccolta di fondi Voyage ad oggi ammonta ad un totale di 20 milioni di dollari.

 Amazon apre al pubblico le porte del Centro di Distribuzione di Castel San Giovanni

Amazon apre al pubblico le porte del Centro di Distribuzione di Castel San Giovanni

I tour sono aperti a chiunque abbia compiuto 6 anni, fino ad un massimo di 35 partecipanti per...

Saldi, Italiani sempre più smart: pagano con contactless ed Apple Pay

Saldi, Italiani sempre più smart: pagano con contactless ed Apple Pay

I saldi di inizio anno fanno registrare un aumento delle spese da parte degli italiani del 34%...

UE: pagamenti elettronici più economici, sicuri e innovativi

UE: pagamenti elettronici più economici, sicuri e innovativi

I consumatori europei potranno cogliere tutti i vantaggi dell'acquisto in rete di prodotti e...

WhatsApp non supporterà più BlackBerry 10 e BlackBerry OS

WhatsApp non supporterà più BlackBerry 10 e BlackBerry OS

WhatsApp però continuerà a supportare i dispositivi BlackBerry con SO Android come BlackBerry...

Mondadori Store presenta

Mondadori Store presenta "MyStore", il nuovo assistente digitale

L'assistente digitale "MyStore", sviluppato da Mauden, offre ai clienti contenuti e consigli su...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media