Speciale SSD
Tsunami in Giappone, ecco alcuni video postati su YouTube /VIDEO

Tsunami in Giappone, ecco alcuni video postati su YouTube /VIDEO

Il Giappone è stato investito da un terremoto di 8.9 gradi di magnitudo e da uno tsunami di 10 m. Su YouTube sono presenti alcuni video che documentano la terribile calamità .

Pubblicato: 11/03/2011 09:50

di: Chiara Bernasconi

   

Un terremoto di 8.9 gradi di magnitudo ha investito il Giappone nord-orientale ed uno tsunami di 10 m si è abbattuto sulla costa della città  di Sendai, nel nordest del Paese del Sol Levante.
Al momento in cui scriviamo il numero dei morti ammonta a circa una trentina, ma il bilancio delle vittime è destinato ad aumentare. Tra l'altro continuano a registrarsi scosse d'assestamento che stanno causando altri crolli.
Secondo l'Istituto di Geofisica americano, il sisma si sarebbe verificato a 24,4 Km di profondità  alle ore 14.46 ora locale (6.46 ora italiana).

L'allarme tsunami è stato esteso a tutto l'Oceano Pacifico, all'Australia, alla Nuova Zelanda, al Messico e all'America Latina.
Nel porto di Sendai, alcuni testimoni hanno visto abbattersi uno tsunami dell'altezza di circa 10 m. La pista dell'aeroporto è stata sommersa dalle acque.
L'onda anomala ha investito case, auto e macchine agricole prima che le acque si ritraessero trascinando tutto verso il mare. In molte case si sono inoltre sviluppati diversi incendi causati probabilmente dallo scoppio dei tubi del gas.

A Miyagi, capoluogo della Prefettura omonima, l'acqua di mare si è riversata sulle strade trascinando veicoli e cartelloni pubblicitari. Un'onda ha inoltre sommerso il parcheggio del parco divertimenti di Disneyland.



Nella città  di Tokyo molte persone sono rimaste ferite a causa del crollo del tetto di una scuola mentre si stava svolgendo una cerimonia di consegna di diplomi alla quale stavano partecipando circa 600 studenti.
Uno degli aeroporti principali della città , quello di Ibaraki, è stato chiuso a causa della caduta di un'ampia pare del tetto.

Il Premier giapponese Naoto Kan ha costituito una vera e propria task force per far fronte alle conseguenze del sisma che ha devastato il nordest del Paese Nipponico.
Nel frattempo, l'allerta per eventuali tsunami è stata estesa ad altri Paesi quali Russia, Taiwan, Filippine, Indonesia, Papua Nuova Guinea, Australia, Nuova Zelanda, Fiji, Messico, Guatemala, El Salvador, Costa Rica, Nicaragua, Panama, Honduras, Cile, Ecuador, Colombia e Perù.


Ultime News
Le password più abusate e meno sicure secondo Keeper

Le password più abusate e meno sicure secondo Keeper

Secondo l’analisi e la classifica pubblicata da Keeper sulla sicurezza e le password, nel 2016 la...

Velocità internet: male l'Italia, primeggiano Singapore e Sud Corea

Velocità internet: male l'Italia, primeggiano Singapore e Sud Corea

Peggio di noi, per la velocità di picco, solo la Grecia e Cipro, che occupano le ultime due...

Polizia di Stato, chiarezza sui numeri truffa

Polizia di Stato, chiarezza sui numeri truffa

La Polizia di Stato ha deciso di fare chiarezza in merito alle truffe telefoniche con numeri a...

TomTom City ora copre le principali città italiane

TomTom City ora copre le principali città italiane

Il servizio si estende in tutta Italia, da nord a sud, fornendo informazioni su alcune delle...

Andy Rubin al lavoro su uno smartphone senza cornici

Andy Rubin al lavoro su uno smartphone senza cornici

Andy Rubin sarebbe al lavoro su uno smartphone caratterizzato dall'assenza totale di cornici...

Certezze e dubbi per Nintendo Switch

Certezze e dubbi per Nintendo Switch

A pochi giorni dall'annuncio del lancio di Nintendo Switch che avverrà il 3 marzo prossimo, c'è...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media