APC
Formigoni parla di sacrifici da Porto Cervo e Facebook non lo perdona

Formigoni parla di sacrifici da Porto Cervo e Facebook non lo perdona

La misura è colma gli italiani non riescono più a sopportare certi atteggiamenti da parte dei politici. E così dopo l'intervista di Formigoni in diretta da Porto Cervo, scoppia la polemica in rete.

Pubblicato: 18/07/2011 13:00

di: Redazione IT Tech & Social

   

Gli italiani ne hanno piene le tasche, la misura sembra ormai colma e pronta a straripare. Ormai l'avversione verso la classe politica aumenta sempre di più come dimostra anche il boom di contatti che sta facendo il blog sui segreti della casta di un fantomatico Spider Truman.
E ora a gettare benzina sul fuoco che anche l'intervista rilasciata ieri da Roberto Formigoni al Tg3.
Nell'intervento al Tg di Bianca Berlinguer, Formigoni parla delle conseguenze che avrà  sugli italiani l'approvazione dell'ultima finanziaria, quindi tagli, sacrifici, rincari dei ticket sanitari e della benzina.
Di nuovo tasse quindi, soprattutto per le classi meno abbienti che si vedono depredate ancora una volta di una fetta del proprio lavoro per mantenere una classe politica che sta davvero diventando un costo insostenibile per lo stato italiano.
E lo spiega bene Roberto Formigoni, non solo a parole ma anche con i fatti: Non curanza? Svista? Menefreghismo, non si sa. Certo è che il presidente della Regione Lombardia ha pensato bene di rilasciare l'intervista da Porto Cervo, davanti ad una sfilza di yacht con una bella e sana aria abbronzata alla faccia di chi le vacanze le vedrà  solo in cartolina.
Ma la rete non perdona e subito parte sui social network, Facebook in testa un tam tam di critiche più o meno pesanti, commenti dettati dall'esasperazione di una classe lavoratrice sempre più sfruttata e precaria che non ne può più di vedere come ormai fare politica vuol dire sistemarsi a vita e non più perseguire uno straccio di ideale da mettere in comune con i propri elettori.
Forse la situazione non è grave come quella di qualche mese fa in Nord Africa, ma qualcuno già , come per esempio l'IdV di Di Pietro, pensa di portare in piazza tutto questa amarezza e malcontento come una sorta di marcia su Roma per dire basta ai costi della politica, agli sprechi e allo sfruttamento di tutti a favore di pochi. 
Di Pietro vorrebbe organizzare una grande manifestazione a fine settembre per protestare contro la casta. Lodevole iniziativa, certo, ma non sarebbe meglio che una simile manifestazione la organizzasse qualcuno che, volente o nolente, non facesse parte della stessa casta?
E voi cosa ne pensate? Lasciateci un commento.



Ultime News
Vodafone: al via la sperimentazione 5G a Milano

Vodafone: al via la sperimentazione 5G a Milano

Sindaco Sala: "Sarà un ottimo strumento per abbattere il divario digitale tra il centro e le...

L'app di Amazon Prime Video è ora disponibile per Apple TV in più di 100 paesi

L'app di Amazon Prime Video è ora disponibile per Apple TV in più di 100 paesi

Le integrazioni con l'app di Apple TV, Remote e universal research di Siri renderanno davvero...

Coldiretti: a Natale cresce lo shopping on line (+16%)

Coldiretti: a Natale cresce lo shopping on line (+16%)

L’Italia quest’anno è al terzo posto tra i Paesi Europei dove si spende di più on line per il...

Feste a passo di app: le migliori soluzioni gratuite per vivere il Natale in versione 2.0

Feste a passo di app: le migliori soluzioni gratuite per vivere il Natale in versione 2.0

Il portale QualeScegliere.it ha selezionato e testato le migliori app gratuite disponibili per...

Smart glass Epson Moverio: la diffusione delle applicazioni fa scendere il prezzo

Smart glass Epson Moverio: la diffusione delle applicazioni fa scendere il prezzo

Epson aumenta la produzione dei suoi smart glass in risposta alla crescita delle applicazioni in...

Qualcomm annuncia il supporto ad Android Oreo (Go edition)

Qualcomm annuncia il supporto ad Android Oreo (Go edition)

Android Oreo (Go edition) offre un'esperienza utente semplificata per i dispositivi fino a 1 GB...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media