Speciale SSD
Ces 2016: Lenovo e Google annunciano collaborazione per il nuovo dispositivo Project Tango

Ces 2016: Lenovo e Google annunciano collaborazione per il nuovo dispositivo Project Tango

La tecnologia Project Tango consente al dispositivo mobile di "navigare" l'ambiente fisico così come avviene per l'essere umano

Pubblicato: 08/01/2016 10:45

di: Redazione BitCity

   

In occasione di CES 2016 Lenovo ha annunciato di essere impegnata nello sviluppo del primo dispositivo mobile con "Project Tango", in collaborazione con Google. 
Disponibile dall'estate 2016, il nuovo smartphone, basato su processore Qualcomm Snapdragon, trasforma lo schermo in una sorta di finestra magica in grado di sovrapporre informazioni digitali e oggetti del mondo reale. 
Google Project Tango è una piattaforma tecnologica che utilizza una computer vision avanzata, dei sensori di profondità e dei rilevatori di movimento per creare un'esperienza di visione sullo schermo in 3D e consentire così agli utenti di esplorare, attraverso il proprio dispositivo, l'ambiente fisico che li circonda. Si tratta di una combinazione di hardware e software specifici che permette al dispositivo di reagire ad ogni movimento dell'utente, sia che faccia un passo avanti, indietro o di lato.
Gli sviluppatori di app possono ad esempio trasformare la nostra casa nel livello di un gioco o creare una finestra magica verso ambienti di realtà aumentata e virtuale. I dispositivi Project Tango possono riconoscere i luoghi in cui sono già stati, come ad esempio il salotto di un'abitazione, un ufficio, o anche un luogo pubblico. 

ces-2016-lenovo-e-google-annunciano-collaborazione-1.jpg
A differenza dei sistemi GPS, il sistema di rilevamento del movimento di Project Tango funziona in luoghi chiusi e permette di esplorare in modo preciso un centro commerciale, o perfino di trovare un determinato oggetto in uno specifico negozio. 
Utilizzando il sensore integrato, i dispositivi Project Tango possono inoltre catturare le dimensioni 3D della stanza, fornendo così, ad esempio, misure utili per scegliere nuovi mobili o complementi d'arredo. 
Nell'ambito di questa partnership, Lenovo ha invitato gli sviluppatori a supportare la crescita dell'ecosistema di app basate su Project Tango. Questo progetto è infatti caratterizzato da potenzialità tecnologiche che offrono agli sviluppatori la possibilità di sviluppare app fino ad oggi inimmaginabili. 
Collegandosi a https://www.google.com/atap/project-tango/app-incubator, gli sviluppatori potranno sottoporre le proprie idee e se la loro proposta sarà selezionata potranno conquistare l'opportunità di vedere la propria app integrata nei nuovi smartphone Lenovo. Le proposte andranno inviate entro e non oltre il 15 febbraio 2016.
Il Project Tango Tablet Development Kit può essere acquistato su Google Store: https://store.google.com/product/project_tango_tablet_development_kit.

Ultime News
Velocità internet: male l'Italia, primeggiano Singapore e Sud Corea

Velocità internet: male l'Italia, primeggiano Singapore e Sud Corea

Peggio di noi, per la velocità di picco, solo la Grecia e Cipro, che occupano le ultime due...

Polizia di Stato, chiarezza sui numeri truffa

Polizia di Stato, chiarezza sui numeri truffa

La Polizia di Stato ha deciso di fare chiarezza in merito alle truffe telefoniche con numeri a...

TomTom City ora copre le principali città italiane

TomTom City ora copre le principali città italiane

Il servizio si estende in tutta Italia, da nord a sud, fornendo informazioni su alcune delle...

Andy Rubin al lavoro su uno smartphone senza cornici

Andy Rubin al lavoro su uno smartphone senza cornici

Andy Rubin sarebbe al lavoro su uno smartphone caratterizzato dall'assenza totale di cornici...

Certezze e dubbi per Nintendo Switch

Certezze e dubbi per Nintendo Switch

A pochi giorni dall'annuncio del lancio di Nintendo Switch che avverrà il 3 marzo prossimo, c'è...

La

La "danza di Vottary" non nasconde alcun virus

Il messaggio che incita gli utenti di WhatsApp a non aprire il video "la danza di Vottary" poichè...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media