Speciale SSD
Apple, a Napoli il primo centro di sviluppo app iOS

Apple, a Napoli il primo centro di sviluppo app iOS

Apple ha annunciato che creerà in Italia il primo Centro di Sviluppo App iOS d'Europa che sorgerà a Napoli.

Pubblicato: 21/01/2016 17:45

di: redazione smartphone e app

   

E’ recentissimo l’annuncio di Apple relativo alla creazione in Italia del primo Centro di Sviluppo App iOS d'Europa che sorgerà a Napoli, in un istituto partner, con il compito di preparare, specializzandoli, i futuri sviluppatori di app  iOS.
Il già nutrito gruppo di sviluppatori della Mela morsicata si potrà così arricchire di nuovi adepti, intenzionati a creare app innovative e sempre più vivaci.
Il CEO di Apple, Tim Cook, ha affermato che in Europa sono cresciuti molti degli sviluppatori più creativi e brillanti del mondo e quindi la scelta di dar vita al nuovo Centro di sviluppo in Italia consentirà agli imprenditori del futuro di possedere il giusto background per creare applicazioni di successo.
Sempre secondo Cook, l’App Store, oltre ai quasi 1,5  milioni di nuovi posti di lavoro creati in Europa, offrirà “opportunità illimitate per le persone di tutte le età e aziende di ogni dimensione”.
I numeri in gioco sono notevoli: grazie all'App Store  gli sviluppatori europei hanno guadagnato oltre 10,2 miliardi di Euro dalla vendita delle loro app in tutto il mondo.
La società di Cupertino ha raggiunto cifre da capogiro e anche in Italia sta raccogliendo successi: sono infatti più di 75mila i posti di lavoro attribuibili all'App Store.
Un esempio vincente è l’applicazione Musement , lanciata nel 2013, ora disponibile in sette lingue e 300 città in 50 paesi, che ha reso facile per le persone prenotare viaggi ed escursioni in mobilità. 
Merita di essere sottolineata la disponibilità della società californiana di lavorare con partner in tutta Italia che formano gli sviluppatori, con il fine di creare ulteriori opportunità per gli studenti.
Da Cupertino, poi, è previsto l’ampliamento di questo programma estendendolo ad altri paesi a livello mondiale.  
Per ora comunque si parte dall'Italia e da una città del sud: Napoli.
Dopo questo comunicato ufficiale di Apple, risulta più comprensibile l’accordo fra la società di Cupertino ed il fisco italiano che ha visto, verso la fine del 2015, il pagamento di 318 milioni di Euro relativi alle tasse da versare all'Agenzia delle Entrate per le vendite effettuate in Italia.

Ultime News
Due startupper italiani dietro RipCemetery, l'App per ricordare i cari scomparsi

Due startupper italiani dietro RipCemetery, l'App per ricordare i cari scomparsi

RipCemetery è il nuovo modo social per ricordare i propri cari scomparsi, siano persone o animali.

LG G6 verrà presentato il 26 febbraio al MWC di Barcellona

LG G6 verrà presentato il 26 febbraio al MWC di Barcellona

LG G6 verrà presentato al Mobile World Congress 2017 di Barcellona: l'evento si terrà alle 12.00...

Gli smartphone del futuro potranno avere batterie ignifughe

Gli smartphone del futuro potranno avere batterie ignifughe

I ricercatori della Stanford University hanno realizzato una batteria ignifuga che può estinguere...

Microsoft, forse una Shell adattiva per ogni dispositivo Windows 10

Microsoft, forse una Shell adattiva per ogni dispositivo Windows 10

Microsoft starebbe lavorando a un progetto denominato che prevede la creazione di una Shell...

Google salva le ricerche web anche offline

Google salva le ricerche web anche offline

Google ha deciso di salvare le ricerche web anche in caso in cui non dovesse esserci la...

Telegram, arrivano chiamate vocali e temi personalizzati

Telegram, arrivano chiamate vocali e temi personalizzati

Il CEO di Telegram, Pavel Durov, ha dichiarato che presto arriveranno nellapp i temi...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media