Speciale SSD
Facebook, la Polizia Postale lancia l'allarme per la

Facebook, la Polizia Postale lancia l'allarme per la "sfida delle mamme"

Il trend social degli ultimi giorni è quello di postare foto dei propri bambini per rivendicare l'orgoglio materno. Ma la Polizia Postale sconsiglia di partecipare.

Pubblicato: 23/02/2016 19:45

di: redazione social media

   

In questi giorni le bacheche di Facebook e dei Social Network sono invase da foto che ritraggono madri con i propri bambini.
Il fenomeno, una vera e propria catena di Sant’Antonio legata a una campagna contro l’utero in affitto, ha coinvolto sempre più donne che, secondo la meccanica dei social, “nominano” altre madri a postare a loro volta foto con i propri figli.
L’orgoglio di essere madri, tuttavia, potrebbe avere in questo caso un risvolto negativo: il pericolo di pedofilia e pedopornografia.
È la stessa Polizia Postale a mettere in guardia le donne e a invitarle a non aderire alla campagna. Così si legge in un post su Facebook pubblicato dalla stessa Postale:” Se i vostri figli sono la cosa più cara al mondo, non divulgate le loro foto in Internet. O quanto meno, abbiate un minimo di rispetto per il loro diritto di scegliere, quando saranno maggiorenni, quale parte della propria vita privata condividere. Se questo non vi basta, considerate che oltre la metà delle foto contenute nei siti pedopornografici provengono dalle foto condivise da voi".



Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media