Speciale SSD
Google Car, il primo incidente

Google Car, il primo incidente

Per la prima volta, una Google Car si è resa protagonista di una collisione in cui ha responsabilità diretta.

Pubblicato: 01/03/2016 17:20

di: redazione social media

   

È stato registrato, lo scorso 14 febbraio, il primo incidente in cui una Google Car è risultata responsabile.
La collisione, per fortuna senza conseguenze, è avvenuta sulle strade di Mountain View, California, e arriva dopo oltre 1,6 milioni di km percorsi senza aver mai causato alcun sinistro: fino ad oggi, infatti, i (pochi) incidenti registrati erano stati causati da altri automobilisti distratti che avevano tamponato le auto a guida autonoma di Big G.
Più precisamente, come spiegato da Google, l’auto autonoma, a causa di un errore di valutazione, ha colpito la fiancata di un autobus nel tentativo di immettersi da destra nella corsia centrale.
Le basse velocità (3 km/h quella della Google Car, 24 km/h quella del bus) hanno fatto sì che il contatto non causasse alcun danno alle persone.
Così ha commentato l’accaduto il colosso di Mountain View: “In questo caso abbiamo chiaramente delle responsabilità, perché se la nostra auto non si fosse mossa non ci sarebbe stato un impatto", ammette Google. "D'ora in poi le nostre auto capiranno meglio che gli autobus, così come altri grandi mezzi, sono meno propensi a cedere il passo rispetto ad altri tipi di veicolo. Speriamo di gestire meglio situazioni simili in futuro”.

Ultime News
I dati di idealo per Natale: in Italia, quasi 9 milioni gli acquirenti online

I dati di idealo per Natale: in Italia, quasi 9 milioni gli acquirenti online

Hi-tech e gaming i settori più ricercati. Tendenze tutte italiane: acquisti mirati ai figli e...

TIM: lancia “SillyBully”, l’app mobile per contrastare il cyberbullismo

TIM: lancia “SillyBully”, l’app mobile per contrastare il cyberbullismo

La nuova applicazione consente alle scuole di intraprendere campagne preventive e di far partire...

Tim: arriva in Italia l’App STUDIO+ per accedere a serie brevi e originali per smartphone

Tim: arriva in Italia l’App STUDIO+ per accedere a serie brevi e originali per smartphone

A febbraio arriva “Deep”, la serie franco-italiana che vede nel cast Ornella Muti e Caterina Murino.

Eset: arrivano in Italia nuove varianti del ransomware Locky

Eset: arrivano in Italia nuove varianti del ransomware Locky

Secondo i dati degli esperti di Eset, ScriptAttachment ha colpito nell’ultimo mese il 33% degli...

Con Vodafone a Natale contenuti video senza consumare i giga sulla rete 4G

Con Vodafone a Natale contenuti video senza consumare i giga sulla rete 4G

Arriva l'offerta di Natale per smartphone, tablet e PC dedicata ai clienti privati ricaricabile e...

Polo Nord Portatile: in un’app tutta la magia del Natale

Polo Nord Portatile: in un’app tutta la magia del Natale

Da quest’anno anche in Italia è possibile ricevere una chiamata o un video messaggio...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media