APC
Facebook, gli insulti in bacheca sono diffamazione aggravata

Facebook, gli insulti in bacheca sono diffamazione aggravata

La Cassazione ha dichiarato che le frasi offensive postate su Facebook rappresentano diffamazione aggravata, paragonabile a quella a mezzo stampa.

Pubblicato: 02/03/2016 11:50

di: redazione social media

   

La Cassazione ha stabilito che offendere su Facebook è diffamazione aggravata, paragonabile a quella a mezzo stampa.
Nello specifico, la suprema corte si è occupata della vicenda di un'invettiva social ai danni dell'attuale presidente della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca, all'epoca dei fatti (2010), commissario straordinario.
Chi ha riempito la sua bacheca di parole diffamatorie come "verme" e "parassita" dovrà pagare una multa di 1.500 Euro, con rito abbreviato.
La condanna è stata emessa nei confronti di un componente in congedo del corpo militare della Croce Rossa, autore delle offese all'epoca dello scambio avviato sul social.
La Cassazione ha sottolineato come "la condotta di postare un commento" costituisca "la pubblicazione e la diffusione di esso, per la idoneità del mezzo utilizzato a determinare la circolazione del commento tra un gruppo di persone, comunque, apprezzabile per composizione numerica".
Oggetto dello scontro verbale le scelte e iniziative adottate da Rocca mentre era alla guida dell'ente. Il dibattito era poi degenerato e sono state scritte pesanti offese personali denunciate dal diretto interessato, che per provare tutto aveva allegato alla querela la stampa della pagine Facebook. 
La Cassazione ha riconosciuto come frasi come "parassita del sistema clientelare" o "quando i cialtroni diventano parassiti", che l'istruttoria compiuta nella fase di merito ha attribuito all'imputato, siano "oggettivamente lesive della reputazione, trasmodando in una gratuita e immotivata aggressione delle qualità personali di Rocca".

Ultime News
Android nel mirino anche nel terzo trimestre 2017

Android nel mirino anche nel terzo trimestre 2017

G DATA pubblica la nuova statistica sui malware prodotti ai danni di Android registrati nel terzo...

Scattare, stampare e condividere ovunque con il Moto Mod “Insta-Share Printer” di Polaroid

Scattare, stampare e condividere ovunque con il Moto Mod “Insta-Share Printer” di Polaroid

Collegando in un clic il mod allo smartphone moto z, una volta scattata la foto, sarà poi...

McAfee: pericoli connessi sotto l'albero di Natale

McAfee: pericoli connessi sotto l'albero di Natale

Secondo un'indagine, McAfee rivela che il 20% degli intervistati acquisterebbe intenzionalmente...

Acquisti online: il Parlamento Ue rafforza la tutela dei consumatori

Acquisti online: il Parlamento Ue rafforza la tutela dei consumatori

Nel 2014 il 37% dei siti web per acquisti o prenotazioni online violava i diritti dei consumatori...

Esce Lo Zingarelli 2018 per iPhone e iPad

Esce Lo Zingarelli 2018 per iPhone e iPad

Il vocabolario della lingua italiana ha compiuto 100 anni.

Su ePRICE fino al 23 novembre per un’ora al giorno 60 pezzi a 0,99 Euro

Su ePRICE fino al 23 novembre per un’ora al giorno 60 pezzi a 0,99 Euro

Dai televisori ai frigoriferi, passando per lavatrici, forni e piccoli elettrodomestici, sono più...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media