APC
Clausole vessatorie: interviene l’Antitrust e Paypal modifica le condizioni d’uso

Clausole vessatorie: interviene l’Antitrust e Paypal modifica le condizioni d’uso

L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha ritenuto "vessatorie" alcune clausole imposte agli utenti del colosso dei pagamenti.

Pubblicato: 04/03/2016 10:45

di: Redazione BitCity

   

In seguito a un procedimento avviato dall’Antitrust, dopo la consultazione pubblica a cui hanno partecipato le associazioni dei consumatori, PayPal ha modificato le Condizioni d'uso diffuse sul sito Internet (www.paypal.com/it) eliminando alcune clausole vessatorie: tra cui, in particolare, quella contenuta nel Programma Protezione Acquisti (PPA), consentendo così all’acquirente di usufruire del rimborso se può provare la mancata consegna di un prodotto anche quando il venditore attesti a sua volta l’avvenuta consegna o spedizione.
L’intervento dell’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato ha riguardato in dettaglio:
  • la clausola sul mancato utilizzo del Programma Protezione Acquisti (PPA) per oggetto "Notevolmente non conforme alla descrizione": questa è stata considerata vessatoria in quanto in grado di limitare l’applicazione dei rimborsi garantiti da PayPal in caso di consegna di un bene difforme dalla descrizione, tenuto conto che la società non definiva chiaramente il concetto di prodotto "Notevolmente non conforme alla descrizione" riservandosi una discrezionalità nella verifica delle effettive difformità;
  • le clausole sulla legislazione applicabile e la giurisdizione competente: queste sono state considerate vessatorie in quanto in grado di determinare un significativo squilibrio dei diritti e obblighi dei consumatori, prevedendo l’applicabilità della legge inglese e la competenza delle corti inglesi o del Lussemburgo, in deroga al principio della competenza del foro di residenza del consumatore.
Le nuove clausole contrattuali sono già disponibili on line ed entreranno in vigore dal 23 marzo prossimo. Le modifiche saranno peraltro trasferite nelle Condizioni d’uso valide in tutta Europa.

Ultime News
Nuova campagna malware su Google Play

Nuova campagna malware su Google Play

Il malware, soprannominato Judy, è un adware auto-click che è stato trovato su 41 app sviluppate...

PayPal amplia il Programma Protezione Vendite in Italia

PayPal amplia il Programma Protezione Vendite in Italia

Ora la protezione copre anche servizi come corsi di formazione, foto digitali, biglietti...

WhatsApp, attenzione alla truffa dell'account scaduto

WhatsApp, attenzione alla truffa dell'account scaduto

Utenti di WhatsApp fate attenzione all'ultima truffa che circola sulla celebre app di...

I tablet Toughpad di Panasonic sopravvivono al viaggio nello spazio

I tablet Toughpad di Panasonic sopravvivono al viaggio nello spazio

I device sono rimasti perfettamente funzionanti dopo aver effettuato un volo di 34.000 metri,...

Tradimenti: App, smartphone e tablet sempre più complici dei fedifraghi

Tradimenti: App, smartphone e tablet sempre più complici dei fedifraghi

App, chat erotiche, messaggini inviati di nascosto, battute ambigue e serie di fotografie...

Rugby 18 in arrivo per PS4, xBox One e PC

Rugby 18 in arrivo per PS4, xBox One e PC

Il gioco sarà disponibile a ottobre. Più di 2.000 giocatori di rugby della stagione 2017-2018...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media