i L'Italia migliora ma è stabile nella top ten dei Paesi che mandano più spam | BitCity.it
APC
  L'Italia migliora ma è stabile nella top ten dei Paesi che mandano più spam

L'Italia migliora ma è stabile nella top ten dei Paesi che mandano più spam

Trend Micro presenta il report delle minacce 2015. L'Italia è anche tra le nazioni con il maggior numero di utenti che visitano siti maligni.

Pubblicato: 14/03/2016 11:00

di: Redazione BitCity

   

Diminuisce il numero di spam inviato dall'Italia, ma il nostro Paese è ancora nella top ten mondiale degli stati che inviano più comunicazioni maligne. Questo è quello che emerge dal report sulle minacce informatiche che hanno colpito il 2015, dal titolo "Stabilire il contesto: le mutazioni del panorama dettano le future strategie di risposta alle minacce".
L'anno appena trascorso ha visto emergere attaccanti ancora più agguerriti, più furbi e capaci di osare maggiormente con i vettori di attacco, il cyber-spionaggio e le attività cyber nell'underground. Le preoccupazioni maggiori nel 2015 a livello globale hanno riguardato le estorsioni online e gli attacchi su larga scala che hanno colpito molte organizzazioni di alto profilo.
Ashley Madison e Hacking Team ad esempio, sono solo due delle aziende che hanno visto milioni di impiegati e clienti esposti. In ogni caso la maggior parte delle violazioni di dati è stata causata dalla perdita del dispositivo, seguita da malware e azioni di hackeraggio.
Il settore più colpito nel 2015 è stato quello della sanità, l'utilizzo dei crypto-ransomware ha raggiunto l'83% del numero totale dei ransomware e il numero dei malware per Android è raddoppiato rispetto al 2014, arrivando a 32 milioni. 

Cosa è successo in Italia nel 2015:
 
  • Spaml'Italia è l'ottava nazione al mondo per spam inviato. Il nostro Paese segna un miglioramento rispetto al quarto posto del 2014. Ai primi tre posti Stati Uniti, Cina e Russia. Nel 2014 le prime tre posizioni erano occupate da Stati Uniti, che si confermano "leader" nel settore, Spagna e Argentina

  • Visite a siti maligni - L'Italia entra nella top ten dei Paesi con il maggior numero di utenti che visitano siti maligni. Ai primi tre posti Stati Uniti, Giappone, Australia
  • Online Banking – Nel 2015 sono stati 11.097 i malware di online banking che hanno colpito l'Italia
  • Malware diretti ai sistemi PoS – Diminuiscono i malware diretti ai sistemi PoS che hanno colpito l'Italia. Nel 2014 il nostro Paese era l'ottavo più colpito in tutto il mondo, nel 2015 esce dalla top ten, facendo registrare solo 25 sistemi colpiti
  • Nell'ultimo periodo di riferimento, il quarto trimestre 2015, in Italia sono stati identificati:

    - 33.585.353 indirizzi IP che inviano spam
    - 4.139.744 malware
    - 5.823 PC infetti
    - Il numero più preoccupante è relativo ai download di app maligne, che sono stati ben 290.003.

Ultime News
Il malware FormBook colpisce Stati Uniti e Corea del Sud

Il malware FormBook colpisce Stati Uniti e Corea del Sud

FormBook è un software per furti di dati e un intercettatore di dati in form, pubblicizzato su...

Lenovo e Motorola a Lucca Comics & Games 2017

Lenovo e Motorola a Lucca Comics & Games 2017

Quest’anno Lenovo e Motorola portano al Festival esperienze ricche di innovazione, dal gaming al...

Voice Assistant: Samsung lancia una nuova versione di Bixby

Voice Assistant: Samsung lancia una nuova versione di Bixby

Bixby 2.0 sarà aperto agli sviluppatori in modo da integrare l'assistente vocale in altri...

 Telefonia, Adiconsum: basta modifiche unilaterali degli operatori nei contratti in corso di validità

Telefonia, Adiconsum: basta modifiche unilaterali degli operatori nei contratti in corso di validità

Adiconsum: "E basta anche agli accordi tra operatori che rendono inutile la disdetta del...

Vodafone Italia amplia con La7 la sua grande offerta tv

Vodafone Italia amplia con La7 la sua grande offerta tv

Tutti i programmi preferiti a disposizione sui canali lineari La7 e La7d e nella sezione on...

Cefriel: in un attacco di

Cefriel: in un attacco di "phishing"fino al 60% degli utenti "abbocca"

In media a un hacker bastano tre mail per ottenere un click sul link potenzialmente malevolo...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media