Speciale SSD
Nasce Priver: l'app per una vita privata più riservata

Nasce Priver: l'app per una vita privata più riservata

Grazie a Priver, l’utente può avere la sicurezza di non essere “spiato” e godere in totale sicurezza dei vantaggi della tecnologia degli smartphone.

Pubblicato: 04/05/2016 11:35

di: Redazione BitCity

   

E’ oramai consapevolezza diffusa quella che la privacy sia un illusione, nei nostri smartphone abbiamo di tutto: foto, video, agenda, attività sociali, etc.
Perdere il telefono potrebbe consentire a qualsiasi malintenzionato di sfruttare quelle informazioni per rubare la nostra identità e arrecarci diversi danni. Le opzioni di comune uso come il famoso “icloud” possono addirittura risalire a quali siti internet abbiamo visitato, dove ci troviamo, dove siamo stati a fare foto e quando, dove andiamo a correre al mattino, a chi ci ha telefonato, a chi ci ha scritto dei messaggi (e cosa ha scritto), i gusti musicali e via dicendo.
Nasce così Priver, un social network gratuito compatibile con dispositivi Android. L’applicazione, inventata da Gianluca Crinelli, nasce dall’esigenza di preservare la propria privacy, consentendo agli utenti la capacità di poter nascondere da occhi indiscreti i file, le foto o gli appunti e ovviamente i messaggi privati.
All’interno dell’applicazione è presente una chat, un block notes dove appuntare tutto quello che si vuole rimanga segreto (codici, password, appunti di lavoro e personali) ed una galleria fotografica dedicata. Una delle novità di Priver, è che l’utente è libero di poter decidere se mostrare l’icona dell’applicazione sul proprio telefono o celarla tramite un codice personale.

Ultime News
 Android colabrodo: 8.400 nuovi malware al giorno nel primo trimestre 2017

Android colabrodo: 8.400 nuovi malware al giorno nel primo trimestre 2017

Il livello di rischio rimane allarmante, ma non è dovuto solo all'alacre attività dei...

Fotografia: Milano concentra 1/4 del business d’Italia

Fotografia: Milano concentra 1/4 del business d’Italia

Italia, 26 mila imprese e 52 mila addetti. Prime Milano e Roma, Napoli, Torino, Bari.

Impazza su PlayStore il malware FalseGuide

Impazza su PlayStore il malware FalseGuide

Si chiama FalseGuide ed è uno degli ultimi malware presenti all'interno di PlayStore: attende la...

Siri ora può leggere i messaggi su WhatsApp

Siri ora può leggere i messaggi su WhatsApp

L'ultima versione di Siri darà la possibilità agli utenti di chiedere all'assistente di leggere...

Wikipedia presenta Wikitribune, il sito antibufale

Wikipedia presenta Wikitribune, il sito antibufale

Jimmy Wales ha dichiarato di essere al lavoro su Wikitribune, un nuovo sito che servirà a...

Google dichiara guerra alle fake news

Google dichiara guerra alle fake news

L’algoritmo che regola il funzionamento di Google è stato modificato al fine di tutelare i...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media