APC
Kaspersky Lab: un utente su dieci ha perso denaro per colpa di truffe online

Kaspersky Lab: un utente su dieci ha perso denaro per colpa di truffe online

Secondo una ricerca di Kaspersky Lab ben l’11% degli utenti ha perso i propri soldi a causa di un attacco online.

Pubblicato: 06/05/2016 11:40

di: Redazione BitCity

   

Aumentano e si diversificano le minacce finanziarie online: un recente studio firmato Kaspersky Lab e B2B International ha messo in luce come il 48% dei consumatori sia costantemente bersaglio di truffe, create ad hoc per ingannarli e portarli a rivelare dati ed informazioni finanziarie sensibili.
Nei dodici mesi in cui è stata condotta la ricerca, almeno la metà degli utenti Internet si è trovata ad affrontare minacce finanziarie, tra cui mail sospette che sembravano provenire dalla propria banca (22%) o da un sito di e-commerce (15%), o ancora da pagine web sospette che chiedevano informazioni finanziarie (11%).
 Le minacce finanziarie sperimentate sono state per il 6% degli intervistati perdite di denaro a causa di truffe o frodi online, per il 4% furto o perdita dei dati attraverso un’organizzazione finanziaria, mentre per il 3% furto di criptovaluta (come Bitcoin) o fondi e-money. A livello mondiale l’11% degli utenti online ha dichiarato di aver subito furto di denaro online. La ricerca ha riscontrato che le vittime hanno subito una perdita media di 283 dollari, mentre uno su cinque (22%) ha perso più di 1.000 dollari. Solo il 54% di quanti sono stati derubati è riuscito a recuperare tutto il denaro che gli è stato sottratto, mentre un quarto (23%) non è riuscito a riaverlo indietro. 
“Le minacce finanziarie online stanno aumentando e sono sempre più varie. Oltre alle truffe più tradizionali, stiamo cominciando ad assistere alla ricerca di nuovi modi per frodare i consumatori e questo dovrebbe portare gli utenti Internet ad essere più cauti nell’effettuare transazioni online ma anche nel cliccare su link sospetti che sembrano avere a che fare con la propria banca. Noi di Kaspersky Lab suggeriamo agli utenti di utilizzare software di sicurezza per proteggersi da queste minacce, mettendosi al sicuro dal pericolo di una perdita finanziaria”, ha dichiarato Morten Lehn, General Manager di Kaspersky Lab Italia.
“Mentre il rischio di una perdita di denaro causata da una violazione dei dati da parte di una pseudo organizzazione finanziaria o da un truffa in criptovaluta è ancora relativamente basso, è invece molto redditizio per i truffatori online individuare e rubare i soldi ad utenti Internet. Stiamo collaborando con banche ed istituzioni finanziarie per garantire non solo protezione al fine di prevenire queste perdite, ma anche per salvaguardare la propria reputazione e la fiducia dei clienti. Con l’evoluzione continua di nuove minacce, i consumatori si aspettano che siano i loro provider ad aggiornarsi, tenendo al sicuro il loro denaro e le transazioni finanziarie”, ha concluso Morten Lehn.

Ultime News
Anonymous: la NASA rivelerà l'esistenza degli alieni

Anonymous: la NASA rivelerà l'esistenza degli alieni

Anonymous ha diffuso un video in cui ipotizza che la Nasa stia per annunciare che sono state...

Fastweb estende la copertura a banda ultralarga fino a 200 Megabit in 19 nuove città

Fastweb estende la copertura a banda ultralarga fino a 200 Megabit in 19 nuove città

Navigazione sempre più veloce “indoor” e anche “outdoor” grazie al servizio WOW FI.

Sunsiit, l’ombrellone a portata di click

Sunsiit, l’ombrellone a portata di click

L’app consente tra l’altro di scegliere la fila in spiaggia, il numero di ombrelloni e anche...

Spotify arriva su Windows Store

Spotify arriva su Windows Store

Spotify approda su Windows Store, ma al momento solo nella versione desktop per PC.

YouTube, arrivano i video verticali

YouTube, arrivano i video verticali

YouTube ha rinnovato il player video con l’introduzione di un nuovo layout che si adatta in base...

WhatsApp, arriva il supporto per l'invio di ogni tipo di file

WhatsApp, arriva il supporto per l'invio di ogni tipo di file

Gli sviluppatori di WhatsApp hanno deciso di aggiungere il supporto all’invio di qualsiasi tipo...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media