Speciale SSD
Microsoft eliminerà i contenuti dei terroristi

Microsoft eliminerà i contenuti dei terroristi

Microsoft ha annunciato alcune modifiche alle policies che prevedono l’eliminazione dei contenuti pubblicati dai terroristi.

Pubblicato: 23/05/2016 16:20

di: redazione social media

   

Microsoft e altre aziende sono indirettamente responsabili delle azioni dei terroristi, poichè offrono servizi che permettono di condividere enormi quantità di informazioni, accessibili da ogni parte del mondo.
Il colosso di Redmond ha quindi annunciato alcune modifiche alle policies che prevedono l’eliminazione dei contenuti pubblicati dai terroristi.
Occorre ricordare che le condizioni d’uso dei servizi Microsoft vietano già la pubblicazione di materiale che incita all’odio e alla violenza.
A questi divieti è stato ora aggiunto anche quello relativo ai contenuti dei terroristi.
Poichè non esiste una definizione universalmente accettata, Microsoft considererà terroristi i singoli o i gruppi inseriti nella lista fornita dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.
Le nuove policies rappresentano un’estensione del processo “notice-and-takedown” che prevede la rimozione di contenuti proibiti in seguito alle segnalazioni di governi e cittadini.
Essendo un motore di ricerca, Bing non conserva i contenuti come OneDrive o Outlook.com, quindi i collegamenti ai contenuti associati a terroristi verranno eliminati solo in seguito alle richieste delle forze dell’ordine.
In futuro, grazie alla collaborazione con le organizzazioni non governative, Microsoft visualizzerà specifici avvisi se gli utenti cercheranno materiali correlati al terrorismo.
Considerato che i contenuti rimossi possono essere nuovamente pubblicati online, l’azienda di Redmond svilupperà una tecnologia che consente di individuare velocemente e automaticamente contenuti che includono immagini, audio e video associati ai terroristi.

Ultime News
Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Waymo, società di Google, ha denunciato Uber, accusandolo di essersi appropriato di progetti che...

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Sembra che Huawei possa essere pronta a ufficializzare un nuovo smartphone, Huawei P10 Lite, che...

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

Il progetto, ideato da studenti e docenti dell’Università di Udine consente di donare libri...

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Smartphone Archos Graphite: Dual-lens camera, sensore finger print, USB-C & e molto altro a...

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Secondo una ricerca ESET, gli attacchi ransomware su dispositivi Android sono cresciuti del 50%...

Instagram, disponibili i post multipli

Instagram, disponibili i post multipli

Da oggi, su Instagram, è possibile selezionare fino a 10 contenuti (tra immagini e video) da...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media