APC
Microsoft vieta le password banali

Microsoft vieta le password banali

Microsoft ha deciso di combattere gli hacker imponendo agli utenti di Skype, Outlook e Azure AD di cambiare le password più banali.

Pubblicato: 30/05/2016 18:55

di: redazione social media

   

Microsoft ha scelto di adottare una linea dura contro gli hacker e gli utenti poco accorti: non solo si limiterà a consigliare password sicure, ma bannerà quelle banali e stupide (un esempio? “password”). Se il sistema riconoscerà infatti una parola abusata dagli utenti forzerà questi ultimi a crearne una più complessa.
Il meccanismo sarà applicato agli utenti di Skype, Outlook e Azure AD.
Ad annunciare la novità, nel blog aziendale rivolto agli sviluppatori, è stato Alex Simos, responsabile del Program Management della stessa Microsoft: a supporto della decisione viene citato il caso Linkedin, che si è vista coinvolta nel furto di circa 117 milioni di credenziali.

Ultime News
UE: pagamenti elettronici più economici, sicuri e innovativi

UE: pagamenti elettronici più economici, sicuri e innovativi

I consumatori europei potranno cogliere tutti i vantaggi dell'acquisto in rete di prodotti e...

WhatsApp non supporterà più BlackBerry 10 e BlackBerry OS

WhatsApp non supporterà più BlackBerry 10 e BlackBerry OS

WhatsApp però continuerà a supportare i dispositivi BlackBerry con SO Android come BlackBerry...

Mondadori Store presenta

Mondadori Store presenta "MyStore", il nuovo assistente digitale

L'assistente digitale "MyStore", sviluppato da Mauden, offre ai clienti contenuti e consigli su...

Vodafone rinnova l'offerta Vodafone One

Vodafone rinnova l'offerta Vodafone One

Con Vodafone One, IperFibra, 4.5G per tutta la famiglia e Vodafone TV. E da oggi arriva la nuova...

Ericsson aderisce al progetto Roma5G

Ericsson aderisce al progetto Roma5G

Ericsson metterà a disposizione le proprie soluzioni tecnologiche in ambito 5G, affinché la...

Google Play: il malware AdultSwine mostra immagini porno nelle app di gaming

Google Play: il malware AdultSwine mostra immagini porno nelle app di gaming

Tra l'altro questo malware induce gli utenti a registrarsi ai servizi premium a spese dell'utente.

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media