Speciale SSD
Napoli, accordo tra Apple e Università Federico II

Napoli, accordo tra Apple e Università Federico II

Apple e l'Università di Napoli Federico II hanno firmato un “Accordo di cooperazione scientifica e tecnologica”.

Pubblicato: 07/07/2016 14:45

di: redazione social media

   

Apple e l'Università di Napoli Federico II hanno firmato un “Accordo di cooperazione scientifica e tecnologica”.
Tale intesa prevede, per Apple, un investimento di 5 milioni e mezzo di Euro, su base triennale. Risorse destinate a sostenere i costi del pagamento dei docenti di staff e visiting e al pagamento di borse di studio, pari a 800 euro al mese, per gli studenti che parteciperanno ai corsi per la formazione di sviluppatori di App su piattaforma iOS.
L’azienda di Cupertino, tuttavia, si impegna a erogare le borse solo al 5% degli studenti. 
I docenti saranno scelti attraverso bandi ad evidenza pubblica e non apparterranno esclusivamente alla Federico II. Ad Apple sarà riservato il diritto di dare l’ok finale o di “bocciare” i prof selezionati dall’ateneo.
La mela morsicata fornirà inoltre hardware e software, manuali e formazione tecnica sull’attrezzatura e sul software.
Dal canto suo, l’ateneo si impegna alla realizzazione del progetto mettendo a disposizione locali, attrezzature e laboratori, garantendo gli accessi alla rete internet, fornendo cavi e sistemi audio/video, assistenza tecnica, manutenzione e aggiornamenti tecnologici, nonchè la sede per i corsi, al terzo piano di una delle palazzine del complesso universitario di San Giovanni a Teduccio. 
Il contratto di cooperazione tra Apple e l'università ha una durata minima di 3 anni, rinnovabili.
Ogni anno sarà articolato in due semestri, ai quali parteciperanno un numero massimo di 400 studenti.
Durante il primo semestre 2016 ci sarà la formazione teorica, mentre nel corso del secondo semestre, gli studenti dovranno creare delle applicazioni che poi Apple deciderà se distribuire o meno attraverso i suoi store.


Ultime News
Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Waymo, società di Google, ha denunciato Uber, accusandolo di essersi appropriato di progetti che...

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Sembra che Huawei possa essere pronta a ufficializzare un nuovo smartphone, Huawei P10 Lite, che...

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

Il progetto, ideato da studenti e docenti dell’Università di Udine consente di donare libri...

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Smartphone Archos Graphite: Dual-lens camera, sensore finger print, USB-C & e molto altro a...

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Secondo una ricerca ESET, gli attacchi ransomware su dispositivi Android sono cresciuti del 50%...

Instagram, disponibili i post multipli

Instagram, disponibili i post multipli

Da oggi, su Instagram, è possibile selezionare fino a 10 contenuti (tra immagini e video) da...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media