Speciale SSD
Bullismo: in arrivo social coach tv su Rai Due

Bullismo: in arrivo social coach tv su Rai Due

Quattro storie in quattro puntate in onda il prossimo autunno: è un progetto Rai in collaborazione con Miur prodotto da Verve Media Company.

Pubblicato: 12/07/2016 11:15

di: Redazione BitCity

   

Raidue, in collaborazione con il MIUR – Ministero dell'Istruzione e la società di produzione Verve Media Company sta realizzando un programma televisivo sul tema del bullismo dal titolo provvisorio "The Bully Project".
Saranno complessivamente quattro puntate in onda il prossimo autunno in cui si racconteranno storie di ragazzi e ragazze vittime di bullismo: ogni puntata, una storia. 
Ai ragazzi del movimento antibullismo "MaBasta!" la produzione del nuovo programma televisivo ha chiesto una possibile collaborazione in termini di comunicazione, ossia nella diffusione e veicolazione di news e post attraverso il web ed i social network. "The Bully Project" è il primo social coach televisivo centrato sul tema del bullismo, un tema trasversale e largo perché interessa tutti: in primis i ragazzi, ma anche le famiglie, la scuola e le istituzioni. Si tratta di un format internazionale trasmesso e in corso di preparazione in 12 paesi nel mondo con importanti risultati di critica e di ascolto. Storie, persone, contesti, famiglie, problemi, raccontati dall'interno come nessuno mai prima d'ora ha fatto, utilizzando una narrazione televisiva il più possibile contemporanea.
L'obiettivo è quello di offrire uno strumento utile che punti alla riflessione costruttiva sul problema del bullismo dall'interno, agendo sia su chi subisce tali azioni sia su chi le provoca. A condurre la trasmissione sarà il giornalista e autore Pablo Trincia, il quale nei giorni scorsi ha registrato un video con la call-to-action, già in circolazione sui maggiori social network. Il programma racconterà storie attraverso diverse fasi, a partire dal primo incontro tra il conduttore con la "vittima" e quello con la famiglia, passando per la realizzazione di un diario per immagini di cosa si sta vivendo, fino al confronto attraverso un incontro con gli altri ragazzi della classe.
E' quest'ultima fase il momento clou del racconto. Proprio quando tutti insieme, la vittima, i suoi compagni, i ragazzi che hanno effettivamente provocato il disagio e i professori si riuniscono per un confronto, per una condivisione in positivo del problema, per parlarne fino in fondo per cercare di trovare un motivo di crescita e instaurare una nuova armonia, un nuovo scenario. Il programma infatti non cerca colpevoli ma semplicemente vuole contribuire a supportare ragazzi che vivono un disagio facendoli riappropriare appieno della loro vita. 

Ultime News
HTC presenta il nuovo HTC Desire 10 lifestyle

HTC presenta il nuovo HTC Desire 10 lifestyle

HTC Desire 10 lifestyle sarà disponibile a partire dalla fine di settembre.

World Payments Report 2016: i pagamenti digitali registreranno una crescita del 10%

World Payments Report 2016: i pagamenti digitali registreranno una crescita del 10%

La richiesta di soluzioni digitali e la rivoluzione delle FinTech alimentano il bisogno di...

Cyberbullismo, Telefono Azzurro: bene, ma restano perplessità su questione età

Cyberbullismo, Telefono Azzurro: bene, ma restano perplessità su questione età

Telefono Azzurro: "Nonostante le perplessità sulla questione delle età e su alcuni strumenti di...

Cyberbullismo: Save the Children esprime forti preoccupazioni sulla proposta di legge approvata dalla Camera

Cyberbullismo: Save the Children esprime forti preoccupazioni sulla proposta di legge approvata dalla Camera

Rispetto agli aspetti sanzionatori, l'Organizzazione raccomanda un approccio che privilegi azioni...

Visa, autenticazione biometrica: gli italiani più fiducia nelle banche che istituzioni

Visa, autenticazione biometrica: gli italiani più fiducia nelle banche che istituzioni

L'86% degli italiani pensa che le banche siano più affidabili nella fornitura di sistemi di...

A #ioCondivido l'innovazione di Gnammo incontra l'economia tradizionale

A #ioCondivido l'innovazione di Gnammo incontra l'economia tradizionale

Sharing economy, innovazione e tecnologia incontrano l'economia tradizionale, per creare un...



Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media