Speciale SSD
Troppo internet, allarme ipertensione tra bambini e ragazzi

Troppo internet, allarme ipertensione tra bambini e ragazzi

L'eccessivo utilizzo di smartphone e tablet, unito a una dieta scorretta, causa ipertensione a ragazzi e bambini. Ipertesi 4 giovanissimi su 100.

Pubblicato: 03/10/2016 16:10

di: redazione social media

   

È allarme ipertensione tra bambini e adolescenti.
Secondo quanto elaborato dalla Siia (Società italiana di ipertensione arteriosa) 4 bambini su 100 sono ipertesi già alle elementari e il 4% di bambini e ragazzi nella fascia dai 4 ai 18 anni hanno la pressione alta.
Le principali cause sono imputabili a uno stile di vita troppo sedentario, dovuto a un eccessivo utilizzo di internet, videogiochi e smartphone, unitamente a una dieta scorretta, troppo ricca di sali e zuccheri.
Secondo lo studio, il 20,9% dei bambini nella fascia 8-9 anni è sovrappeso, e il 9,8% è obeso. Un bambino sovrappeso su 20 ha la pressione elevata e un bambino obeso su 4 è iperteso.
Pressione oltre i limiti anche per il 14% nella fascia di età 18-35 anni.
Gianfranco Parati, presidente Siia, ha così commentato: "L'ipertensione arteriosa e le sue gravi complicanze si combattono efficacemente solo iniziando presto, prima che questa condizione abbia fatto danni a cuore e vasi arteriosi".
Sull’argomento è intervenuta anche Simonetta Genovesi, ricercatrice del dipartimento medicina e chirurgia dell'Università degli Studi Milano - Bicocca e membro Siia: “Un bambino iperteso sarà molto probabilmente un adulto iperteso. Per lavorare in modo produttivo su questo tema è necessaria la collaborazione con i pediatri. Anche in Italia abbiamo condotto studi che sottolineano come esista una correzione tra il tempo trascorso su pc, tablet e smartphone e dipendenza, obesità e ipertensione".

Ti potrebbe anche interessare:
Ultime News
Techmade presenta Techwatch One Mini 2: lo smartwatch che sa essere discreto

Techmade presenta Techwatch One Mini 2: lo smartwatch che sa essere discreto

Tramite l’app lo smartwatch sarà in grado di ricevere tutte le notifiche dello smartphone.

Smartphone e indossabili: i sensori di nuova generazione saranno lo strumento chiave per l’innovazione

Smartphone e indossabili: i sensori di nuova generazione saranno lo strumento chiave per l’innovazione

Le nuove tecnologie dei sensori (imaging avanzato, rilevamento chimico e biologico) danno slancio...

I dati di idealo per Natale: in Italia, quasi 9 milioni gli acquirenti online

I dati di idealo per Natale: in Italia, quasi 9 milioni gli acquirenti online

Hi-tech e gaming i settori più ricercati. Tendenze tutte italiane: acquisti mirati ai figli e...

TIM: lancia “SillyBully”, l’app mobile per contrastare il cyberbullismo

TIM: lancia “SillyBully”, l’app mobile per contrastare il cyberbullismo

La nuova applicazione consente alle scuole di intraprendere campagne preventive e di far partire...

Tim: arriva in Italia l’App STUDIO+ per accedere a serie brevi e originali per smartphone

Tim: arriva in Italia l’App STUDIO+ per accedere a serie brevi e originali per smartphone

A febbraio arriva “Deep”, la serie franco-italiana che vede nel cast Ornella Muti e Caterina Murino.

Eset: arrivano in Italia nuove varianti del ransomware Locky

Eset: arrivano in Italia nuove varianti del ransomware Locky

Secondo i dati degli esperti di Eset, ScriptAttachment ha colpito nell’ultimo mese il 33% degli...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media