Speciale SSD
TIM: lancia “SillyBully”, l’app mobile per contrastare il cyberbullismo

TIM: lancia “SillyBully”, l’app mobile per contrastare il cyberbullismo

La nuova applicazione consente alle scuole di intraprendere campagne preventive e di far partire automaticamente una registrazione video nel momento in cui si verifica l’atto prevaricatore.

Pubblicato: 01/12/2016 10:00

di: Redazione BitCity

   

Diffondere la cultura “anti-bullismo” attraverso percorsi di conoscenza e sensibilizzazione che inducano tutti gli attori coinvolti ad intervenire attivamente. E’ questo l’obiettivo di “SillyBully”, l’ app mobile realizzata da TIM con l’obiettivo di mettere a disposizione delle scuole e degli studenti uno strumento tecnologicamente avanzato per contrastare il fenomeno del cyberbullismo.
L’applicazione di TIM, oltre a permettere alle scuole di intraprendere una campagna preventiva attraverso notifiche agli alunni e alle loro famiglie, rende disponibile la funzione “SOS” per  far partire automaticamente una registrazione video nel momento in cui si verifica l’atto prevaricatore. Il video verrà poi condiviso con la scuola, sempre mantenendo l'anonimato, con l'obiettivo di trasmettere in diretta episodi di bullismo e coglierne in flagranza l'autore.
“SillyBully” è caratterizzata da un’applicazione web based, che consente la gestione centralizzata delle informazioni e dei servizi erogati, oltre al monitoraggio dell’intero sistema, e da una seconda componente Client, rappresentata dall’App Mobile per accedere alle funzionalità e ai servizi erogati in mobilità attraverso il proprio smartphone. In particolare, l’applicazione mobile è totalmente integrata con lo smartphone grazie all’utilizzo di specifici sistemi – come GPS, notifiche push e fotocamera – per geolocalizzare l’evento di bullismo, consentendo così di individuare in tempo reale il luogo dove sta avvenendo l’episodio di bullismo al fine di poter intervenire, dove possibile, immediatamente.

Ultime News
Bimba di 7 anni scrive a Google per poter lavorare nella società

Bimba di 7 anni scrive a Google per poter lavorare nella società

Chloe Bridgewater, bimba inglese di 7 anni, ha inviato una lettera a Sundar Pichai, AD di Google,...

Anche su Facebook sarà possibile cercare lavoro

Anche su Facebook sarà possibile cercare lavoro

Facebook lancia il guanto di sfida a LinkedIn: il social network blu, infatti, renderà più facili...

mytaxi acquisisce Taxibeat, l’applicazione taxi leader in Grecia

mytaxi acquisisce Taxibeat, l’applicazione taxi leader in Grecia

Con l'acquisizione di Taxibeat, mytaxi raggiunge quota 108.000 tassisti registrati e oltre 7...

Nuove indiscrezioni su iPhone 8: riconoscimento facciale 3D

Nuove indiscrezioni su iPhone 8: riconoscimento facciale 3D

Apple starebbe pensando di inaugurare una forma avanzata di riconoscimento facciale, basato sulle...

Addio BlackBerry, la sua quota di mercato è pari a zero

Addio BlackBerry, la sua quota di mercato è pari a zero

Secondo una recente analisi di Gartner, nell’ultimo trimestre del 2016, i dispositivi BlackBerry...

Non è (più) un paese per malware: l’Italia è sempre più sicura

Non è (più) un paese per malware: l’Italia è sempre più sicura

Il nostro Paese perde altre 20 posizioni nella classifica mondiale delle nazioni più attaccate.

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media