APC
Polizia di Stato, chiarezza sui numeri truffa

Polizia di Stato, chiarezza sui numeri truffa

La Polizia di Stato ha deciso di fare chiarezza in merito alle truffe telefoniche con numeri a valore aggiunto: rispondere non fa scattare l'addebito, ma richiamare sì.

Pubblicato: 16/01/2017 16:05

di: redazione social media

   

La Polizia di Stato, attraverso il proprio profilo Facebook ''Una vita da social" ha deciso di fare chiarezza in merito alle truffe telefoniche con numeri a valore aggiunto.
Nello specifico, le autorità hanno sottolineato che questi numeri "utilizzano prefissi italiani" e "rispondere non fa scattare l’addebito, a differenza di quanto segnalato su alcuni siti. L’utente comincia a pagare se e solo se richiama il numero, cosa che per altro si è tentati di fare perché il numero sembra un comunissimo numero. "Nella circostanza, però, la comunicazione cade subito. In particolare le vittime più colpite sono gli anziani che ricevono incessantemente queste chiamate sulle utenze fisse e mobili e, pensando di aver perso una chiamata importante, richiamano questi numeri. Un'altra importante cosa da fare, è contattare il proprio gestore telefonico e chiedere la rimozione dei servizi a pagamento non richiesti ed apporre il blocco futuro. I numeri possono essere bloccati inserendoli nella funzione blacklist del proprio telefono. Purtroppo il prefisso non corrisponde alla zona geografica di riferimento ma sono chiamate che provengono per lo più dall'estero", si legge nel post.
Ecco l'elenco dei numeri truffa:
02 22198700
02 280887028
02 692927527
02 80887589

Ultime News
G DATA: Petya redivivo

G DATA: Petya redivivo

G DATA: "Il ransomware si ripresenta occasionalmente con nuove vesti, l'ultima volta come...

Smartphone experience: i messaggi battono le telefonate

Smartphone experience: i messaggi battono le telefonate

A 10 anni dal lancio del primo iPhone, una ricerca Axway esamina abitudini e desideri dei...

Petya, Trend Micro: ecco come prevenire ed evitare l’infezione

Petya, Trend Micro: ecco come prevenire ed evitare l’infezione

Il ransomware utilizza come vettori di infezione sia l'exploit EternalBlue che il tool PsExec.

Petya, individuato da ESET il primo punto di contagio

Petya, individuato da ESET il primo punto di contagio

ESET: "L'Italia è il paese più colpito dall'epidemia dopo l'Ucraina".

Eurosport e Tim: accordo per trasmettere i principali eventi sportivi

Eurosport e Tim: accordo per trasmettere i principali eventi sportivi

Sarà possibile vedere tra l'altro i Giochi Olimpici, il Roland Garros, il Giro d’Italia e il Tour...

Anonymous: la NASA rivelerà l'esistenza degli alieni

Anonymous: la NASA rivelerà l'esistenza degli alieni

Anonymous ha diffuso un video in cui ipotizza che la Nasa stia per annunciare che sono state...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media