Speciale SSD
 Le scuole romane a lezione di cyber security con Eset

Le scuole romane a lezione di cyber security con Eset

Gli incontri si svolgeranno da gennaio ad aprile 2017 e coinvolgeranno oltre 1000 alunni e genitori di diverse scuole medie romane.

Pubblicato: 19/01/2017 15:20

di: Redazione BitCity

   

Si è svolto martedì scorso presso la scuola media dell'IC Maria Capozzi di Roma il primo incontro del progetto "Io navigo sicuro - Lezioni di Cyber Security" organizzato da ESET, il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell'Unione Europea, per sensibilizzare gli alunni, i docenti, i genitori ed i dirigenti scolastici delle scuole medie di Roma sulle opportunità che l'utilizzo di Internet offre e le insidie che esso nasconde. Il progetto mira inoltre a stimolare il confronto familiare sulla creazione di un percorso di condivisione delle buone regole di comportamento rispetto all'utilizzo in sicurezza di Internet e dei dispositivi elettronici.
Il ciclo di incontri si svolgerà da gennaio ad aprile 2017 e coinvolgerà più di 1000 tra alunni e genitori di numerose scuole medie su tutto il territorio romano, articolandosi in due momenti formativi. Il primo sarà dedicato agli alunni e tratterà delle opportunità di apprendimento e divertimento che Internet offre, da Facebook, YouTube e gli altri social network a Wikipedia e i siti di informazione, passando poi alle insidie che Internet nasconde come il cyberbullismo, lo stalking, l'adescamento e il furto di dati e d'identità.Il secondo momento formativo prevedrà invece la presenza congiunta di genitori e figli e particolare attenzione sarà data ai temi legati alle difficoltà che un adulto può incontrare nel confrontarsi con una generazione più preparata a livello tecnologico e ai suggerimenti per riuscire a comprendere al meglio il rapporto tra le nuove generazioni e Internet.
"Il progetto Io navigo sicuro nasce da una concreta necessità di educazione alla cyber security che riscontriamo quotidianamente, rivolta tanto ai minori quanto ai loro genitori. – afferma Massimiliano Ghelli, Technical Specialist di ESET Italia - Durante gli incontri cerchiamo di stimolare il confronto familiare e di affrontare il tema cruciale della prevenzione, ponendo l'accento sulla necessità di strumenti di protezione e controllo della navigazione di un minore su Internet, da non intendersi come limitazione ed imposizione, ma solo come necessaria difesa".

Ultime News
Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Waymo, società di Google, ha denunciato Uber, accusandolo di essersi appropriato di progetti che...

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Sembra che Huawei possa essere pronta a ufficializzare un nuovo smartphone, Huawei P10 Lite, che...

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

Il progetto, ideato da studenti e docenti dell’Università di Udine consente di donare libri...

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Smartphone Archos Graphite: Dual-lens camera, sensore finger print, USB-C & e molto altro a...

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Secondo una ricerca ESET, gli attacchi ransomware su dispositivi Android sono cresciuti del 50%...

Instagram, disponibili i post multipli

Instagram, disponibili i post multipli

Da oggi, su Instagram, è possibile selezionare fino a 10 contenuti (tra immagini e video) da...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media