Speciale SSD
Boldrini, troppe bufale su Facebook: bisogna migliorare

Boldrini, troppe bufale su Facebook: bisogna migliorare

Il Presidente della camera dei deputati, Laura Boldrini, ha deciso di scrivere una lettera a Mark Zuckerber per discutere circa la questione fake news e bufale sul social network.

Pubblicato: 14/02/2017 12:05

di: redazione social media

   

Il Presidente della camera dei deputati, Laura Boldrini, ha deciso di scrivere una lettera a Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook, il celebre social network al centro delle polemiche per la questione fake news, le bufale, e per la difficoltà nel far rimuovere contenuti inappropriati.
Secondo la Boldrini, questi fatti non influenzano solo la piattaforma social di Menlo Park, ma è su di esso che trovano maggiore eco e diffusione.
Violazione della privacy, incitamento all'odio, notizie false sono solo alcuni degli aspetti affrontati nella missiva e che la donna chiede di migliorare.
Tra gli esempi citati, troviamo l’apologia del fascismo, che come si sa, oggi costituisce un reato. Eppure, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha trovato su Facebook 300 pagine che esaltano il fascismo.
Il Presidente
ha inoltre ricordato il caso, che ha fatto molto scalpore, di Tiziana Cantone e uno degli ultimi, in ordine cronologico, venuto alla ribalta proprio per l'intervento diretto della Boldrini e che riguarda Arianna Drago e i "gruppi chiusi".
I personaggi pubblici, ma non solo, sono particolarmente attaccati, i politici come l'onorevole Boldrini sono bersagli facili.
Tra loro, in tanti cercano di denunciare questo fenomeno, fra tutti Selvaggia Lucarelli che in queste ore continua a postare sulla propria pagina Facebook (seguita da più di un milione di persone) prove dell'esistenza di gruppi che la vedono protagonista suo malgrado e che dovrebbero essere chiusi ma non lo sono, nonostante le innumerevoli segnalazioni.
Dal canto suo, Zuckerberg ha sempre dichiarato come Facebook sia impegnata in ogni modo perché l'esperienza delle persone sia la migliore possibile.
Non resta che attendere i prossimi giorni per scoprire se ci saranno e quali saranno gli sviluppi.
.

Ultime News
Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Waymo, società di Google, ha denunciato Uber, accusandolo di essersi appropriato di progetti che...

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Ultime novità su Huawei P10 Lite

Sembra che Huawei possa essere pronta a ufficializzare un nuovo smartphone, Huawei P10 Lite, che...

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

“Unebook per Amatrice”: i kindle di Amazon per la nuova biblioteca digitale di Amatrice

Il progetto, ideato da studenti e docenti dell’Università di Udine consente di donare libri...

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Archos: al MWC 2017 l'azienda presenta gli smartphone ARCHOS 50 e 55 Graphite

Smartphone Archos Graphite: Dual-lens camera, sensore finger print, USB-C & e molto altro a...

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Android, incremento dei ransomware del 50% in un anno

Secondo una ricerca ESET, gli attacchi ransomware su dispositivi Android sono cresciuti del 50%...

Instagram, disponibili i post multipli

Instagram, disponibili i post multipli

Da oggi, su Instagram, è possibile selezionare fino a 10 contenuti (tra immagini e video) da...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media