APC
Boldrini, troppe bufale su Facebook: bisogna migliorare

Boldrini, troppe bufale su Facebook: bisogna migliorare

Il Presidente della camera dei deputati, Laura Boldrini, ha deciso di scrivere una lettera a Mark Zuckerber per discutere circa la questione fake news e bufale sul social network.

Pubblicato: 14/02/2017 12:05

di: redazione social media

   

Il Presidente della camera dei deputati, Laura Boldrini, ha deciso di scrivere una lettera a Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook, il celebre social network al centro delle polemiche per la questione fake news, le bufale, e per la difficoltà nel far rimuovere contenuti inappropriati.
Secondo la Boldrini, questi fatti non influenzano solo la piattaforma social di Menlo Park, ma è su di esso che trovano maggiore eco e diffusione.
Violazione della privacy, incitamento all'odio, notizie false sono solo alcuni degli aspetti affrontati nella missiva e che la donna chiede di migliorare.
Tra gli esempi citati, troviamo l’apologia del fascismo, che come si sa, oggi costituisce un reato. Eppure, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha trovato su Facebook 300 pagine che esaltano il fascismo.
Il Presidente
ha inoltre ricordato il caso, che ha fatto molto scalpore, di Tiziana Cantone e uno degli ultimi, in ordine cronologico, venuto alla ribalta proprio per l'intervento diretto della Boldrini e che riguarda Arianna Drago e i "gruppi chiusi".
I personaggi pubblici, ma non solo, sono particolarmente attaccati, i politici come l'onorevole Boldrini sono bersagli facili.
Tra loro, in tanti cercano di denunciare questo fenomeno, fra tutti Selvaggia Lucarelli che in queste ore continua a postare sulla propria pagina Facebook (seguita da più di un milione di persone) prove dell'esistenza di gruppi che la vedono protagonista suo malgrado e che dovrebbero essere chiusi ma non lo sono, nonostante le innumerevoli segnalazioni.
Dal canto suo, Zuckerberg ha sempre dichiarato come Facebook sia impegnata in ogni modo perché l'esperienza delle persone sia la migliore possibile.
Non resta che attendere i prossimi giorni per scoprire se ci saranno e quali saranno gli sviluppi.
.

Ultime News
G DATA: Petya redivivo

G DATA: Petya redivivo

G DATA: "Il ransomware si ripresenta occasionalmente con nuove vesti, l'ultima volta come...

Smartphone experience: i messaggi battono le telefonate

Smartphone experience: i messaggi battono le telefonate

A 10 anni dal lancio del primo iPhone, una ricerca Axway esamina abitudini e desideri dei...

Petya, Trend Micro: ecco come prevenire ed evitare l’infezione

Petya, Trend Micro: ecco come prevenire ed evitare l’infezione

Il ransomware utilizza come vettori di infezione sia l'exploit EternalBlue che il tool PsExec.

Petya, individuato da ESET il primo punto di contagio

Petya, individuato da ESET il primo punto di contagio

ESET: "L'Italia è il paese più colpito dall'epidemia dopo l'Ucraina".

Eurosport e Tim: accordo per trasmettere i principali eventi sportivi

Eurosport e Tim: accordo per trasmettere i principali eventi sportivi

Sarà possibile vedere tra l'altro i Giochi Olimpici, il Roland Garros, il Giro d’Italia e il Tour...

Anonymous: la NASA rivelerà l'esistenza degli alieni

Anonymous: la NASA rivelerà l'esistenza degli alieni

Anonymous ha diffuso un video in cui ipotizza che la Nasa stia per annunciare che sono state...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media