GlossarioNewsletterOsservatorio

 

Lo standard H.323

Tra gli standard per le comunicazioni VoIP c'è l'H.323. Diamo uno sguardo ai principali componenti che definisce e alle funzionalità che abilita.

Francesco Ferrari

H.323 è stato concepito con lo scopo principale di assicurare le comunicazioni con voce, video e dati su una reti a commutazione di pacchetto.
Tra gli obbiettivi c'era quello di basarsi su standard esistenti, come per esempio l'H.320, il Q.931 e l'RTP, anche se questo ha contribuito a aumentarne la complessità. 
Spesso viene chiamato protocollo, ma in realtà è una raccomandazione, cioè un insieme di più protocolli destinato ai sistemi di comunicazioni multimediali basati su reti IP. La sua introduzione è avvenuta nel 1996 dall'ITU (International Telecommunications Union). La cosa più importante è che, come il protocollo SIP o quello MEGACO, è un insieme standardizzato e non si tratta di un protocollo proprietario. H.323 supporta le funzioni richieste da una rete telefonica come per esempio la videoconferenza, le conferenze audio, ma anche l'interfacciamento con la rete telefonica tradizionale. La serie è conosciuta anche come H.32X e comprende, tra l'altro, l' H.320 (per ISDN) e H.324 (per PSTN) che assicura una buona interoperabilità con la rete telefonica.
lo-standard-h-323-1.jpg

H.323 rientra nella categoria dei protocolli di segnalazione, che insieme a quelli definiti "di trasporto" contribuiscono a implementare il sistema di comunicazione. Un protocollo di segnalazione in pratica deve permettere di localizzare il dispositivo remoto prima di iniziare la trasmissione dei dati, e effettuare le negoziazioni relative al trasporto dei canali di comunicazione. Questo significa anche che H.323 permette di gestire le chiamate nei vari aspetti. Il sistema, inoltre, definisce alcuni elementi come i terminali, i Gateway, le Multipoint Control Unit (MCU) e Gatekeeper.

08/09/2008 14:55

 



 
 
 
 
BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.