GlossarioNewsletterOsservatorio

 

La rivincita del VoIP

Francesco Ferrari

Le recenti vicende legate alle preoccupazioni del Governo Italiano sulla possibilità di realizzare delle intercettazioni su servizi VoIP si prestano a diverse chiavi di lettura.
La prima è certamente quella "istituzionale" che ha costretto il Ministro degli Interni Maroni a costituire una task force composta da esponenti del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, dalla Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, per trovare delle soluzioni sia tecniche che normative al problema delle intercettazioni dei servizi VoIP, primo fra tutti Skype. Sembra infatti che il sistema di protezione messo in atto dall'azienda fondata nel 2003 da Niklas Zennström e Janus Friis, stia resistendo ai legali tentativi di intercettazione messi in atto da varie Procure.
Per altri versi, invece, si può ravvisare una piccola rivincita da parte di quanti sostengono da tempo che, volendo, un sistema VoIP può essere decisamente sicuro e a prova di intercettazioni, più dei servizi di telefonia tradizionale.
Di certo c'è anche il margine per alcune considerazioni, come per esempio sull'opportunità di una conferma indiretta che Skype è, almeno per ora, a prova di intercettazione. Più in generale, sarà interessante verificare gli sviluppi legali che avrà la vicenda, compresi quelli in sede europea considerando i recenti sviluppi con Eurojust, visto il confronto che si sta avendo fra l'interesse pubblico rappresentato dalle necessità investigative, e gli interessi privati legati alla privacy e alla tutela dei brevetti.

23/02/2009 16:50

 



 
 
 
 
BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.