Homepage > Notizia

I computer del futuro? Saranno fatti di diamanti

La commissione Europea ha finanziato un progetto chiamato Diadems con l'obiettivo di creare un nuovo materiale volto a potenziare le attuali prestazioni di numerosi dispositivi.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 03/02/2015

La commissione Europea ha recentemente finanziato un avveniristico progetto chiamato Diadems (DIAmond Devices Enabled Metrology and Sensing) con l’obiettivo di unire il “per sempre” dei diamanti con il “per poco” dei computer.
Nello specifico, il programma mira alla creazione di un nuovo materiale da impiegare per poter potenziare le attuali prestazioni di numerosi dispositivi, super computer inclusi.
Sfruttando alcuni assunti della meccanica quantistica, i ricercatori europei sono riusciti ad alterare la struttura chimica dei diamanti (sostituendo un atomo di carbonio con uno di azoto) con l'intento di dar vita a un materiale sintetico da impiegare nella costruzione di magnetometri ad alta densità, utili all'ideazione di dispositivi tecnologici a elevate prestazioni.
L'impiego del materiale super-versatile ottenuto dai diamanti consente di elevare le prestazioni dei dispositivi computerizzati grazie alla possibilità di creare sensori minuscoli in grado di monitorare le attività prodotte dai macchinari con un livello di precisione finora nemmeno immaginabile.
Ciò significa riuscire a dare vita a computer dotati di un livello di precisione e sensibilità enormemente superiori a quelli attuali che basano il loro funzionamento su sensori molto più grandi e meno accurati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: