APC
WikiLeaks:

WikiLeaks: "La CIA ci spia"

Wikileaks ha diffuso migliaia di documenti riservati della CIA su un programma di hackeraggio. Si tratterebbe della "maggiore fuga di dati di intelligence della storia".

Pubblicato: 07/03/2017 18:45

di: redazione social media

   

Wikileaks ha diffuso migliaia di documenti riservati della CIA su un programma di hackeraggio, attraverso malware e cyber-armi.
Nello specifico, sembra che la CIA sia in grado di controllare i telefoni di aziende americane ed europee, come iPhone di Apple, gli Android di Google e Microsoft, e persino i televisori Samsung, utilizzandoli come microfoni segreti.
Tali attacchi hanno messo a rischio molti top manager dell'industria, membri del Congresso, il governo americano e persino l'account Twitter del presidente Donald Trump.
Dal canto suo, la CIA ha commentato così: "Non commentiamo l'autenticità e il contenuto dei documenti".
Secondo i dispacci, gli hacker della CIA coprivano da Francoforte l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa.
La CIA avrebbe perso il controllo di gran parte del suo cyber-arsenale, compresi malware e virus di ogni genere.
Per Julian Assange - attualmente ospite dell'ambasciata dell'Ecuador a Londra - questa proliferazione delle cyber-armi può essere paragonata in termini di pericoli a quella del commercio globale delle armi tradizionali.
WikiLeaks ritiene si tratti della "maggiore fuga di dati di intelligence della storia".
Questo progetto è stato chiamato "Vault 7" e il primo gruppo di documenti pubblicato oggi, ”Anno zero”, contiene 8.761 documenti e file provenienti da "una rete isolata e di alta sicurezza situata nel Centro di intelligence cibernetica della CIA a Langley, in Virginia".
Assange e soci spiegano di averli ottenuti da una persona che ha avuto accesso a questa rete quando la CIA ne ha perso il controllo.


Ultime News
UE: attenzione ad acquistare servizi di telecomunicazione online

UE: attenzione ad acquistare servizi di telecomunicazione online

La Commissione Europea rivela pratiche ingannevoli da parte di siti web che offrono servizi di...

PayPal acquista la startup svedese iZettle

PayPal acquista la startup svedese iZettle

iZettle è presente anche in Italia con una sorta di pos (point of sale) per pagamenti con carta,...

WiFi4EU: i Comuni possono presentare domanda per hotspot Wi-Fi gratuiti

WiFi4EU: i Comuni possono presentare domanda per hotspot Wi-Fi gratuiti

L'iniziativa WiFi4EU, che avrà un bilancio di 120 milioni di euro tra il 2017 e il 2019, favorirà...

Twitter mette un freno ai troll e migliora la

Twitter mette un freno ai troll e migliora la "salute" delle conversazioni

Meno dell'1% degli account è stato segnalato per abuso, ma molte delle informazioni riportate non...

Campus Party: a luglio il Festival Internazionale dell'innovazione e della Creatività

Campus Party: a luglio il Festival Internazionale dell'innovazione e della Creatività

Dal 18 al 22 luglio 2018 Milano ospita la tappa italiana del Festival dove decine di migliaia di...

BuyBoom, la fidelity app che fa guadagnare fino al 50% dei propri acquisti

BuyBoom, la fidelity app che fa guadagnare fino al 50% dei propri acquisti

La particolarità di BB è il pagamento in punti che trasforma la fidelity app anche in un sistema...

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media