Homepage > Notizia

Web e religione, le omelie si scrivono grazie a internet

Una ricerca ha dimostrato come un numero sempre maggiore di preti nel mondo utilizzi internet: addirittura tre sacerdoti su cinque lo sfruttano come un aiuto nella preparazione delle omelie.

Autore: Redazione D.Life

Pubblicato il: 01/06/2010

Sì al web e alla condivisione di informazioni in rete per i religiosi: questo è quanto emerge da uno studio realizzato dalla Università  della Svizzera italiana in collaborazione con la Pontificia Università  della Santa Croce, sul clero mondiale.
La ricerca, presentata a Roma dal card. Claudio Hummes, prefetto della Congregazione per il clero, mostra come internet stia diventando sempre più utile per i preti, aiutandoli non solo a stare in contatto con i fedeli, ma a svolgere la loro professione.
Secondo quanto emerso, tre sacerdoti su cinque, a livello mondiale, sfruttano la rete per cercare materiale online, utile a preparare le omelie.
In particolare, il 50,6% crede che il ricorso ad internet per la preparazione delle omelie sia "utile o molto utile", a differenza del 6,8% che esprime un parere negativo.
Inoltre, è stato dimostrato dallo studio come un'altissima percentuale di religiosi non demonizzi più le nuove tecnologie, al contrario le ritenga utili: il 94,7% di tutto il clero mondiale ha dichiarato di ritenere che il web permetta di "migliorare la formazione".
Fra gli altri risultati emersi in merito all'uso del digitale per la direzione spirituale, si evince come i pareri siano discordi: quasi il 39% dei preti non crede sia utile, preferendo la relazione di persona con i fedeli, a differenza del 26.7% che lo ritiene "utile o molto utile". 
Infine, in merito alla preghiera online, il 35,9% del campione ha detto di utilizzarla, a differenza del 35,7% che non la utilizza in nessuna occasione.
Pareri discordi su taluni punti, certo, ma la ricerca ha comunque dimostrato come l'antica demonizzazione dei rapporti virtuali sul web si ormai un capitolo superato per la Chiesa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: