Homepage > Notizia

Italia, solo il 33% degli utenti accede a Internet

Il recente rapporto intitolato "Internet@Italia 2013" rivela che il 67% dei cittadini italiani non accede abitualmente alla Rete.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 24/11/2014

Dal recente rapporto Internet@Italia 2013 emerge che il 67% dei cittadini italiani non accede abitualmente alla Rete.
attraverso la ricerca sono stati isolati quattro indicatori legati alle infrastrutture del Paese e alle abitudini degli utenti: la velocità di trasmissione, il numero di utenti connessi, il numero di dispositivi connessi e il volume di traffico.
La ricerca rivela inoltre che peggio dell’Italia vi sono solo Bulgaria e Romania.
Gli utenti “forti”, cioè quelli che usano quotidianamente Internet, si fermano al 33% del campione, i non utenti, invece, superano addirittura il 40%, quelli deboli (che si connettono, cioè, almeno una volta a settimana) sono il 17%, quelli sporadici il 2,7% e, infine, gli ex utenti (coloro che sono stati online più di 3 mesi prima della rilevazione) arrivano al 4,5%.
Solo il 56% della popolazione italiana tra i 16 ed i 74 anni ha dunque utilizzato Internet nel 2013, a fronte di una media europea superiore al 70%. Regno Unito e Germania, che guidano questa speciale classifica, arrivano rispettivamente all'87 e all'80%.
Lo studio sottolinea come la propensione all'uso di Internet sia legata alle possibilità economiche e all'istruzione scolastica. Il Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mauro Bonaretti, ha così dichiarato: “della ricerca mi ha colpito lo spaccato di grande divergenza sociale che emerge. Gli utenti forti di Internet sono cittadini forti, quelli deboli sono cittadini deboli. Internet è un moltiplicatore di accesso ma rischia di diventare anche un moltiplicatore di divergenza sociale nel nostro Paese”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: