Homepage > Notizia

Boldrini, regole sovranazionali per la libertà della Rete

Il presidente della Camera Laura Boldrini ha dichiarato che saranno elaborate regole sovranazionali per fornire un quadro di norme condiviso per l’utilizzo della Rete.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 25/11/2014

Il presidente della Camera, Laura Boldrini, nel suo intervento all’Internet Governance Forum Italia ha dichiarato che saranno elaborate regole sovranazionali per fornire un quadro di norme condiviso per l’utilizzo della Rete.
Ecco quanto dichiarato dalla Boldrini: “internet è una dimensione essenziale per il presente e il futuro delle nostre società, diventata in poco tempo un immenso spazio di libertà, di crescita, di scambio e di conoscenza. La rete può tuttavia essere anche luogo di crescenti ingiustizie e disuguaglianze, dove i diritti delle persone si scontrano spesso con i grandi poteri politici ed economici. Basti pensare alla smisurata influenza esercitata dai giganti della comunicazione, i cosiddetti Over The Top e non solo. Si pone quindi un problema di regolamentazione, in quanto è evidente che la mancanza di principi, ovvero in presenza di regole dettate dagli Stati autoritari o da potenti soggetti economici, lungi dal garantire una rete libera, favorisce al contrario il prevalere degli interessi dei più forti, se non addirittura abusi derivanti dalle loro posizioni di predominio”.
Il presidente della Camera ha poi aggiunto: “Ritengo - e il professor Rodotà potrà confermarlo - che sia stata un’ottima idea quella di istituire un organo a composizione mista, parlamentari ed esperti esterni, mettendo allo stesso tavolo più sensibilità e diverse visioni - politiche e tecniche - che sono confluite nella bozza di Dichiarazione che lo scorso 27 ottobre è stata aperta alla consultazione pubblica. I suggerimenti che arriveranno dagli altri Parlamenti, a cui abbiamo già sottoposto il testo della dichiarazione, insieme a quelli che i cittadini proporranno attraverso la consultazione pubblica completeranno il lavoro messo a punto dalla Commissione. La giornata odierna rappresenta quindi una tappa fondamentale di questo cammino, per arrivare a novembre del prossimo anno all’atteso appuntamento dell’Internet Governance Forum 2015 del Brasile, in cui nel lontano 2007 proprio il Governo italiano lanciò la proposta di un Internet Bill of Rights”.
La Boldrini ha così concluso: “Il mio auspicio è che, a percorso ultimato, la Dichiarazione diventi una mozione condivisa da tutti i gruppi parlamentari che impegni il Governo a portare questi principi in Europa e anche nella sede delle Nazioni Unite”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: