Homepage > Notizia

Esemplare di Apple 1 venduto per 365mila dollari

Uno raro esemplare di "Apple 1" è stato venduto all’asta da Christie's a New York per 365mila dollari.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 15/12/2014

Uno raro esemplare di "Apple 1", il primo computer progettato da Steve Wozniak co-fondatore di Apple insieme al compianto Steve Jobs, è stato venduto all’asta da Christie's a New York per 365mila dollari (corrispondenti a circa 293 mila Euro).
In realtà, non si tratta di una cifra molto alta, basti pensare che oltre due anni fa, uno sconosciuto collezionista si aggiudicò un prototipo per circa 640mila dollari, quasi mezzo milione di Euro.
Altri esemplari sono stati messi in vendita a cifre vicine ai 905mila dollari. La casa d'aste stessa aveva previsto inizialmente di assegnarlo tra i 400 mila e i 600 mila dollari. 
L'esemplare fu originariamente acquistato nel mese di luglio del 1976 da un uomo di nome Charlie Ricketts per la cifra di 600 dollari.
Un mese dopo, Ricketts pagò a Jobs altri 193 dollari per un lavoro di programmazione aggiuntivo sulla macchina. Al giorno d’oggi, le prestazioni della macchina fanno sorridere: processore da appena 1 Mhz, una Ram da 4 o 8K,  una tastiera alfanumerica e un display video da 40×24 caratteri.
Il dispositivo è stato commercializzato dal luglio 1976 all'agosto 1977 attraverso una catena di elettronica al dettaglio, la “Byte Shop”, che ne acquistò le prime 50 unità.
Apple 1 non aveva un sistema operativo, ma solo un programma "monitor" che faceva da interfaccia tra tastiera, CPU e memoria.
Ogni software aggiuntivo, compreso il BASIC (disponibile solo dopo il febbraio 1977) doveva essere caricato su cassette. Il prezzo iniziale dell'epoca era di 666,66 dollari. 
Ne furono costruiti in serie solo 200 modelli. Oggi ne sarebbero rimasti in circolazione una quarantina, di cui soltanto sei sarebbero funzionanti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: