Homepage > Notizia

Samsung raddoppia la durata delle batterie

I ricercatori di Samsung hanno sviluppato un nuovo metodo per realizzare batterie di durata maggiore.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 29/06/2015

Samsung ha pubblicato su "Nature" i risultati ottenuti utilizzando il grafene per incrementare l’autonomia delle batterie agli ioni di litio.
Attualmente, i ricercatori del colosso sudcoreano hanno sviluppato un nuovo metodo per realizzare le batterie che oggi trovano posto nei dispositivi elettronici e anche nei veicoli elettrici.
Dal nuovo metodo si evince che il silicio è uno dei materiali che potrebbe essere impiegato per l’anodo delle batterie (oggi si usa il carbonio), poichè possiede un’elevata capacità gravimetrica (quasi 4.000 mAh/g). Valori simili permetterebbero di aumentare notevolmente la densità volumetrica di energia (Wh/l) e quindi l’autonomia.
Il silicio però possiede un difetto: il suo volume varia durante i cicli di carica e scarica.
Per risolvere il problema, Samsung ha utilizzato un diverso design per l’anodo, in modo da ridurre al minimo l’espansione del volume. Dopo aver testato vari materiali, i ricercatori hanno scelto nanoparticelle di silicio rivestite di grafene. Il grafene può sopportare l’espansione del volume senza rompersi e senza provocare la formazione di carburo di silicio. Abbinato ad un catodo in ossido di cobalto, la batteria agli ioni di litio può raggiungere una densità di energia pari a 972 Wh/l, circa 1,8 volte maggiore a quella delle attuali batterie (550 Wh/l).
Dopo 200 cicli di carica/scarica, il valore scende a 700 Wh/l, circa 1,5 volte il valore rilevato nelle batterie con anodo in grafite (471 Wh/l).
Ciò significa che l’autonomia potrebbe teoricamente aumentare da 12 a 21 ore.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: