Homepage > Notizia

xorshift128+, l'algoritmo italiano che ha salvato l'e-commerce

Un bug emerso in Javascript rischiava di compromettere le transazioni online. A risolverlo con un algoritmo il matematico italiano Sebastiano Vigna.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 15/01/2016

Recentemente, un’agenzia di scommesse online si è accorta che l’algoritmo atto a generare una sequenza di numeri pseudocasuali tendeva a estrarre, un po’ troppo spesso, numeri molto simili.
Il fenomeno era dovuto a un bug emerso in Javascript, il linguaggio utilizzato dalle pagine web per la creazioni di effetti dinamici, e in particolar modo riguardava la creazione di numeri pseudocasuali (utilizzati ad esempio per identificare le transazioni online o per introdurre casualità nei videogiochi).
A risolvere il problema è stato Sebastiano Vigna, matematico dell’Università Statale di Milano, grazie alla creazione di un nuovo algoritmo chiamato xorshift128+.
La soluzione è già stata adottata dai principali browser, quali Chrome, Firefox e Safari.
Così si è espresso Vigna: “Generare numeri in modo casuale è difficile e molto costoso. Per questo fin dagli anni Quaranta si sono messi a punto algoritmi che permettono di calcolare in maniera deterministica dei numeri mimando la casualità che si può ottenere solo con processi fisici (come il lancio di un dado) che però sarebbero troppo costosi da riprodurre su larga scala per generare i milioni di bit casuali al secondo di cui si ha bisogno sul web”.
Xorshift128+ verrà utilizzato su tutti i tipi di terminali, pc, smartphone e tablet.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: