Homepage > Notizia

La mitica Vespa compie 70 anni

Il 23 aprile prossimo, la mitica Vespa compie 70 anni. Era infatti il 23 aprile del 1946 quando la Piaggio depositò all'ufficio brevetti di Firenze il progetto dello scooter più famoso del pianeta.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 29/03/2016

Il prossimo 23 aprile sarà il compleanno della mitica Vespa.
Era infatti il 23 aprile del 1946 quando la Piaggio depositò all'ufficio brevetti di Firenze il progetto di quello che è diventato lo scooter più famoso del pianeta. Un gioiello di tecnica e fantasia, insostituibile per numerose generazioni di motociclisti in tutti i continenti. Un'idea geniale che ha motorizzato il mondo, si è fatta amare da giovani e meno giovani ed è già stata prodotta in oltre 150 versioni e 18 milioni di esemplari.
I festeggiamenti inizieranno il 22 aprile al museo Piaggio di Pontedera, in Toscana, quando verrà inaugurata la mostra “In Viaggio con Vespa. Un'avventura lunga 70 anni”.
Il grande raduno in programma dal 23 al 25 aprile comprenderà anche il concerto di Enrico Ruggeri il 24. 
La gloriosa azienda era stata fondata da Rinaldo Piaggio quando aveva solo 20 anni, a Genova nel 1884 per arredare le navi e le carrozze ferroviarie.
Negli anni seguenti la Piaggio si era specializzata nella produzione d'aerei e proprio per questo uscì dalla Guerra con gli stabilimenti distrutti.
Dopo il 2°conflitto mondiale i figli di Rinaldo, Enrico e Armando, rilanciarono le attività, intuendo che il business negli anni successivi sarebbe stata la motorizzazione a due ruote.
Il progettista aeronautico Corradino D'Ascanio, abituato a disegnare ali e fusoliere di aerei, pensò ad un veicolo molto diverso da una tradizionale moto, un oggetto per certi versi più vicino a un'auto.
La Vespa del '46, autentica rivoluzione nel campo delle due ruote, presentava una robusta scocca in acciaio per coprire tutti gli organi meccanici e riparare i passeggeri, con il motore attaccato alla ruota posteriore per eliminare la fastidiosa catena.
Le marce si cambiavano con le mani, mentre la sospensione anteriore era davvero innovativa, simile al carrello di un aereo, così concepita per facilitare la sostituzione della ruota in caso di foratura. La Vespa aveva un motore di 98 cc e costava 55 mila lire (61 mila la “lusso”). La produzione (2.484 esemplari nel 1946) salì rapidamente: 10 mila unità nel '47, 20 mila nel '48 quando arrivò la versione 125 cc.
Nel 1950 partì la produzione in Germania. Nel 1953 le Vespa uscite dalle fabbriche furono oltre 170 mila.In quell'anno divenne una celebrità con il film “Vacanze Romane” in cui gli attori Gregory Peck e Audrey Hepburn, lui giornalista americano, lei giovane principessa, giravano per le vie di Roma a bordo di una Vespa. 
Vespa ha dato anche i natali all'instancabile tre ruote Ape.Il resto è storia più recente.
Dal Vespino nel 1964, alla Primavera del 1968. Nel 2000 esordì la ET4, la prima con motore 4 tempi, nel 2008 la poderosa GTS. Primavera, Sprint e GTS sono attualmente in produzione, ad un ritmo annuale triplo (170 mila unità nel 2015, con fabbriche anche in Vietnam e in India).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: