Homepage > Notizia

Strage di Orlando, Facebook attiva il Safety Check

Dopo la strage di Orlando, Facebook ha attivato il Safety Check, uno strumento che consente a chi si trova in luoghi interessati da attentati o catastrofi naturali di far sapere ai propri contatti che sta bene.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 13/06/2016

A seguito della strage di Orlando, Facebook ha attivato il Safety Check, uno strumento che consente a chi si trova in luoghi interessati da attentati o catastrofi naturali di far sapere ai propri contatti che sta bene.
Fino ad oggi, il Safety Check era stato reso disponibile per gli attentati di Parigi del 13 novembre, quelli in Nigeria del 17 novembre, di Bruxelles il 22 marzo e di Lahore, in Pakistan, il 27 marzo. Prima degli attentati di Parigi, lo strumento era stato attivato soltanto in presenza di disastri naturali, come terremoti e tsunami.
Nei mesi scorsi, Safety Check aveva sollevato diverse critiche: perché per la capitale francese è stato attivato e, per esempio, per gli attacchi di Beirut no? 
Dal canto suo, il social network blu aveva risposto alle critiche attraverso un post pubblicato dal vice presidente Alex Schultz, il quale sottolineava come quella di Parigi fosse stata la prima volta in cui il Safety Check è stato attivato per una situazione di pericolo al di fuori della sfera delle calamità naturali.
Ricordiamo che l'importante strumento è nato in occasione del terremoto e dello tsunami che ha colpito il Giappone nel 2011 ed è stato poi riproposto in occasione di eventi come maremoti, trombe d'aria o altri cataclismi naturali.
Nei giorni scorsi, lo strumento è stato reso disponibile a tutti gli utenti che si trovavano nelle vicinanze del club in cui un uomo ha ucciso 50 persone.
Gli iscritti a Facebook che si sono geolocalizzati nelle vicinanze del luogo della tragedia, rivendicata nel corso delle ultime ore dall'Isis, sono state raggiunte da una notifica che chiedeva di confermare il proprio stato di salute, in modo da far sapere ai contatti di essere al sicuro. 




Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: