Homepage > Notizia

Il governo USA non controllerà più i Domini Internet

Dal 1 ottobre, il governo americano ha perso il controllo sui DNS: la gestione dell'indirizzario web sarà affidata alla sola Icann.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 03/10/2016

Dal 1 ottobre scorso, il governo americano ha perso il controllo sui DNS: a gestire il sistema che associa un indirizzo IP agli indirizzi dei siti web sarà la sola Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), organizzazione no profit nata nel 1998.
Finora, Icann aveva collaborato con il governo USA, che però ricopriva un ruolo perlopiù formale di supervisione attraverso l’ente statale chiamato Internet Corporation for Assigned Names and Numbers. Ruolo che verrà ora assunto dalla comunità internazionale.
All’atto concreto, per gli utenti non cambia nulla: ciò che rimane però è il grosso segnale lanciato dagli Stati Uniti, secondo cui la rete deve essere libera e non controllata dai governi, come accade ad esempio in Russia o in Cina.
Se dunque da un lato i colossi dell’hi-tech si dicono soddisfatti della decisione, di parere opposto è il partito repubblicano statunitense, capeggiato dal candidato Donald Trump, secondo cui la cessione del controllo darà a Russia e Cina la possibilità di avere il controllo della rete.
Addirittura, quattro stati guidati da repubblicani – Texas, Arizona, Oklahoma e Nevada – hanno fatto causa per impedire il passaggio di consegne.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: