APC
Hacker italiani spiano il Governo

Hacker italiani spiano il Governo

Due fratelli italiani sono stati arrestati con l'accusa di aver avviato una rete di cyberspionaggio ai danni di importanti cariche dello stato, come Matteo Renzi e Mario Monti.

Pubblicato: 11/01/2017 18:25

di: redazione social media

   

Nella giornata di ieri, martedì 10 gennaio, sono stati arrestati Giulio e Francesca Maria Occhionero.
Si tratta di due hacker che da anni avrebbero spiato le più importanti cariche dello stato e imprenditori di alto livello attraverso una botnet.
Nello specifico, i due, un ingegnere nucleare di 45 anni e sua sorella di 49 anni, avrebbero avviato una rete di cyberspionaggio in grado di intercettare le comunicazioni e di accedere ai computer delle vittime.
Tra di esse, è stato possibile annoverare niente meno che Matteo Renzi, Mario Draghi, Mario Monti, Fabrizio Saccomanni, Piero Fassino, Ignazio La Russa e anche l’ex capo della Guardia di Finanza Saverio Capolupo.
Ma nel mirino dei pirati informatici non ci sarebbero solo politici e cariche militari, ma anche il Vaticano e i membri di un loggia massonica.
Lo spionaggio avveniva attraverso il malware Eye Pyramid, diffuso con il classico trucco della mail infetta e capace poi di trasformare il PC in un vero e proprio burattino per una botnet, ossia una rete controllata dagli hacker.
Un’indagine del Centro nazionale anticrimine informatico della Polizia Postale è riuscita a smascherare i due hacker. 
All'operazione ha collaborato anche 
l’FBI, che ha evitato che i dati conservati su sever USA non venissero cancellati durante le indagini.
A far scattare i primi approfondimenti è stata una segnalazione di un dirigente che aveva ricevuto una mail sospetta.
I fratelli Occhionero sarebbero stati arrestati poichè, secondo gli inquirenti, ci sarebbe stato il rischio concreto di una fuga all’estero dei due accusati che avrebbero messo a rischio la sicurezza nazionale.

Ultime News
UE: attenzione ad acquistare servizi di telecomunicazione online

UE: attenzione ad acquistare servizi di telecomunicazione online

La Commissione Europea rivela pratiche ingannevoli da parte di siti web che offrono servizi di...

PayPal acquista la startup svedese iZettle

PayPal acquista la startup svedese iZettle

iZettle è presente anche in Italia con una sorta di pos (point of sale) per pagamenti con carta,...

WiFi4EU: i Comuni possono presentare domanda per hotspot Wi-Fi gratuiti

WiFi4EU: i Comuni possono presentare domanda per hotspot Wi-Fi gratuiti

L'iniziativa WiFi4EU, che avrà un bilancio di 120 milioni di euro tra il 2017 e il 2019, favorirà...

Twitter mette un freno ai troll e migliora la

Twitter mette un freno ai troll e migliora la "salute" delle conversazioni

Meno dell'1% degli account è stato segnalato per abuso, ma molte delle informazioni riportate non...

Campus Party: a luglio il Festival Internazionale dell'innovazione e della Creatività

Campus Party: a luglio il Festival Internazionale dell'innovazione e della Creatività

Dal 18 al 22 luglio 2018 Milano ospita la tappa italiana del Festival dove decine di migliaia di...

BuyBoom, la fidelity app che fa guadagnare fino al 50% dei propri acquisti

BuyBoom, la fidelity app che fa guadagnare fino al 50% dei propri acquisti

La particolarità di BB è il pagamento in punti che trasforma la fidelity app anche in un sistema...

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media