Homepage > Notizia

La casa intelligente di Nest arriva in Italia

Nest presenta anche in Italia la "casa intelligente" , l'abitazione che si prende cura delle persone risparmiando energia e aumentando la sicurezza.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 17/01/2017

Nest, la startup fondata nel 2010 dagli ex Apple Tony Fadell (il padre dell'iPod) e Matt Rogers (attuale Chief Product Officer dell'azienda) ed acquistata nel 2014 da Google per 3,2 miliardi di dollari, presenta anche in Italia la "casa intelligente".
L'idea di casa intelligente, programmabile e personalizzabile, secondo i progetti di Nest, va ben oltre il concetto di un ambiente popolato di oggetti e dispositivi connessi.
Un concetto molto caro ai fondatori è quello di un'abitazione che si prenda cura delle persone, risparmiando energia e aumentando la sicurezza di chi la abita.
Ecco quindi che sul mercato italiano (oltre che in Austria, Germania e Spagna)  sono stati lanciati alcuni dei suoi prodotti a catalogo: termostato, telecamera indoor e outdoor possono già essere preordinati su Amazon.it, Media World ed ePrice e saranno in consegna a partire da metà febbraio.
Con l'ingresso in quattro nuovi Paesi europei e le partnership strette con selezionati operatori del mondo retail, telco ed energetico, l'obiettivo è ovviamente quello di aumentare sensibilmente il numero di famiglie servite.
Nest ricorda che i dispositivi venduti nel mondo (con una crescita costante anno dopo anno) superano il milione e che il mercato potenziale è già importante anche in Italia.
Per attaccarlo, anche con una concorrenza già specializzata come Bticino, Honeywell e Netatmo, per citarne alcune, intenzionata a sfruttare il richiamo della “smart home” sui consumatori più avvezzi al digitale, Nest punterà non solo sulla natura innovativa dei suoi device, ma anche sul risparmio energetico: va in questa direzione l'accordo con Engie Italia, uno dei 75 partner energetici di Nest in tutto il mondo, per offrire all'utente un pacchetto completo al fine di ottimizzare la gestione dei consumi di elettricità dentro casa.
Importante sarebbe anche il ruolo svolto dagli incentivi previsti dalla Legge di Stabilità 2016, che prevede detrazioni fiscali per le spese relative all'acquisto, all'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative.
Prendiamo, per esempio, il Learning Thermostat, il cui prezzo a listino è di 249 Euro, a cui Nest attribuisce il merito di aver contribuito a risparmiare circa otto miliardi di kWh di energia fino ad oggi.
E’ un oggetto simpatico, grazie al particolare design, naturalmente connesso a Internet oltre che alla caldaia mediante un piccolo dispositivo fornito nella confezione, l'HeatLink, la cui peculiarità è quella di auto-apprendere, acquisendo ed elaborando le informazioni raccolte attraverso i sensori, gli algoritmi e le capacità di intelligenza artificiale e “deep learning” di cui è dotato.
L'apparecchio, insomma, è in grado di capire e recepire giorno dopo giorno i nostri movimenti, le nostre abitudini legate alla temperatura di comfort preferita in casa ma anche la variabilità delle condizioni meteo apprese in formato digitale. Così il device  impara e si programma da solo per gestire in modo sempre più calibrato ed efficiente accensione, spegnimento e temperatura della caldaia o dell'impianto di climatizzazione.
Le due telecamere Nest Cam Indoor e Outdoor, entrambe proposte con un prezzo al pubblico di 199 Euro, hanno invece il compito di vigilare su tutto quanto succede dentro e fuori la casa. Le notifiche relative ai movimenti o i suoni rilevati vengono inviati sotto forma di avviso e grazie alla solita app si può controllare e vedere cosa succede dal vivo, in alta definizione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: