APC
Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Google fa causa a Uber per la guida autonoma

Waymo, società di Google, ha denunciato Uber, accusandolo di essersi appropriato di progetti che riguardano un vettore di sensori che permettono la navigazione automatica e la sicurezza stradale.

Pubblicato: 24/02/2017 18:30

di: redazione social media

   

Waymo, la società costituita da Google per i servizi di mobilità e le auto senza pilota, ha denunciato Uber, accusandolo di essersi appropriato di progetti che riguardano un vettore di sensori che permettono la navigazione automatica e la sicurezza stradale.
Il caso è stato presentato davanti alla corte federale di San Francisco: sussistono diverse prove che accusano un ingegnere e team manager, Anthony Levandoski.
A beneficiare di questi preziosi file sarebbe stata Uber, che sta portando avanti uno sforzo per allestire una flotta di veicoli senza conducente.
Ricordiamo che dal 2009, Waymo sta progettando per conto di Google le auto che si guidano da sole.
All’interno della società associata lavorata appunto Levandowski, che avrebbe scaricato 14mila file confidenziali su un computer portatile prima di dar vita, nel 2016, a una propria società.
Successivamente, Uber ha acquistato la startup di Levandowski, "Otto", per 680 milioni di dollari ottenendo così il controllo della tecnologia sviluppata inizialmente dalla Waymo.
La questione potrebbe inasprire ulteriormente i rapporti tra Uber e Google, una volta alleati e ora rivali.
Google ha investito 258 milioni di dollari in Uber, ma la sua controllata Waze ora si sta espandendo in un servizio di carpooling che potrebbe attirare personale da Uber.
Non resta che attendere le prossime settimane per capire quali saranno gli sviluppi.

Ti potrebbe anche interessare:
Ultime News
Motorola scelta dal programma Android Enterprise Recommended di Google

Motorola scelta dal programma Android Enterprise Recommended di Google

Motorola è entrata in questa iniziativa con il riconoscimento che i suoi Moto Z2 Force Edition e...

Archos: al MWC presenta Hello e Safe-T mini

Archos: al MWC presenta Hello e Safe-T mini

Archos Safe-T mini è il primo portafoglio hardware per crypto currencies realizzato dal team...

Un 2017 di fuoco: 343 nuovi malware per Android all’ora!

Un 2017 di fuoco: 343 nuovi malware per Android all’ora!

700mila applicazioni malevole individuate su Google Play. Project Treble: forse la luce in fondo...

ZTE: arriva in Italia Axon M, lo smartphone dual screen pieghevole

ZTE: arriva in Italia Axon M, lo smartphone dual screen pieghevole

Il nuovo ZTE Axon M è disponibile in esclusiva nei negozi TIM a 899,99 Euro.

TomTom lancia il nuovo navigatore per motociclisti: TomTom RIDER 550

TomTom lancia il nuovo navigatore per motociclisti: TomTom RIDER 550

Il nuovo navigatore è dotato di Wi-Fi integrato, integrazione con gli assistenti vocali e lettura...

Amazon Prime Video  presenta la serie The Terror alla Berlinale

Amazon Prime Video presenta la serie The Terror alla Berlinale

La serie antologica con protagonisti Tobias Menzies e Ciaran Hinds sarà disponibile su Prime...

Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media