Homepage > Notizia

ITC accoglie reclamo di Kodak, indagate Apple e RIM

L'International Trade Commission Usa ha accolto la richiesta di Kodak contro Apple e RIM: le due società  avrebbero utilizzato un brevetto registrato da Kodak senza autorizzazione. Cominciano le indagini.

Autore: Andrea Sala

Pubblicato il: 19/02/2010

L'International Trade Commission (ITC), ente americano che si occupa anche di brevetti, ha accolto la richiesta avanzata da Kodak contro Apple e Research in Motion. Visti i nomi in giochi, la questione non poteva che riguardare la fotografia in ambito mobile.
Ebbene, lo scorso 14 gennaio Kodak aveva accusato i due produttori di aver utilizzato un proprio brevetto depositato, ovviamente senza chiedere l'autorizzazione o versare le dovute royalties. Nel dettaglio, le tecnologie che Kodak rivendicava sono relative alla preview e al ridimensionamento delle immagini catturate con gli iPhone e alcuni Blackberry.
Kodak ha anche intentato una causa civile che riguarda Apple sola: questa volta il brevetto infranto riguarda le fotocamere digitali e alcune procedure di elaborazione via computer. Per essere precisi, l'ITC ha accettato le richieste di Kodak solo parzialmente: l'azienda aveva infatti chiesto che venissero bloccate le importazioni degli smartphone incriminati.
L'ente governativo americano ha dichiarato solo di aver aperto ufficialmente un'inchiesta per verificare il comportamento di Apple e RIM. La decisione giunge dopo i vani tentativi di Kodak per raggiungere un accordo privato con i due produttori di cellulari. Se le richieste della società  dovessero venire accolte e le accuse dimostrarsi fondate, Apple e RIM rischiano davvero grosso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: