Homepage > Notizia

Apple e Samsung: stop alla guerra dei brevetti fuori dagli Usa

I due giganti tecnologici hanno deciso di porre fine alle accuse reciproche di violazione dei brevetti che avevano aperto in giro per il mondo. Continuano invece le cause negli Stati Uniti.

Autore: Redazione BitCity

Pubblicato il: 06/08/2014

Samsung e Apple hanno deciso di abbandonare le loro cause reciproche riguardo l'uso di alcuni brevetti, ad eccezione di quelle pendenti negli Stati Uniti. Ad annunciarlo è stato mercoledì il gigante sudcoreano dell'elettronica. "Samsung e Apple hanno deciso di rinunciare a tutte le controversie tra le due società al di fuori degli Stati Uniti," ha affermato in una nota la società sudcoreana.
"Questa decisione non prevede alcun accordo di licenza e continuaremo con le cause esistenti nei tribunali degli Stati Uniti", ha detto tenuto a specificare Samsung. 
Tra i due principali gruppi tecnologici mondiali si sono moltiplicate negli ultimi anni le denunce reciproche di violazione di brevetti. Apple aveva presentato una causa contro il suo principale concorrente nel 2011 e da allora la guerra si era poi diffusa in molti altri paesi, tra cui Francia, Corea del Sud, Germania, Giappone, Italia, Paesi Bassi, Gran Bretagna e Australia.
Negli Usa, Apple, che ha accusato il gigante sudcoreano di aver utilizzato nei propri dispositivi il design e l'hardware di smartphone e tablet della "mela morsicata", ha ottenuto diverse vittorie tra cui il divieto a commercializzare negli Usa smartphone Samsung dall'USITC (Stati Uniti International Trade Commission).
Inoltre lo scorso maggio un tribunale della California ha condannato Samsung a pagare 120 milioni dollari ad Apple per uno dei casi portati in guidizio, una frazione dei 2.000 milioni di dollari rivendicati da Apple per tutti i reati contestati al colosso sudcoreano.
L'azienda sudcoreana da parte sue sostiene che è stata Apple ad aver utilizzato la tecnologia Samsung senza permesso. Vista la complessità della materia, numerosi giudici hanno chiesto alle due compagnie di risolvere i propri contenziosi al di fuori dei tribunali. 



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: