Homepage > Notizia

Il mercato dei tablet è in crollo

Secondo una recente ricerca di Idc, il mercato mondiale dei tablet chiuderà il 2014 con una crescita del 7,2%, percentuale molto lontana dal +52,5% del 2013.

Autore: redazione e-book e tablet

Pubblicato il: 01/12/2014

Una recente ricerca di Idc rivela che il mercato mondiale dei tablet chiuderà il 2014 con una crescita del 7,2%: si tratta certamente di una percentuale molto lontana dal +52,5% dello scorso anno.
I ricercatori ritengono che il 2014 sarà il primo anno in cui le vendite di iPad diminuiranno, con un calo del 12,7%.
Si pensa che a incidere maggiormente sul rallentamento sia il ciclo di vita dei tablet, che può anche superare i 4 anni, decisamente più lungo di quello degli smartphone, che tendono ad essere sostituiti ogni 2-3 anni.
Le vendite previste saranno di 235,7 milioni di unità, di cui 119,3 milioni nei mercati emergenti (+11,5%) e 116,4 milioni nei mercati maturi (+3,2%).
Per il 2018 si attendono vendite pari a 285,9 milioni di unità, con 149,4 milioni nei mercati emergenti e 136,6 milioni nei mercati maturi.
Per quanto concerne il sistema operativo, si stima che quest’anno saranno venduti 159 milioni di tablet Android, 64,9 milioni di iPad e 10,9 milioni di dispositivi equipaggiati con Windows.
L’analista Ryan Reith ha così dichiarato, a proposito: “Alla nascita di questo mercato ci si aspettava che il ciclo di vita dei tablet sarebbe stato simile a quello dei telefonini, ma molti possessori di tablet tengono lo stesso dispositivo per più di tre anni, a volte anche più di quattro anni. A prolungare il ciclo di vita dei tablet sono due fattori: la compatibilità delle applicazioni con i dispositivi più vecchi, soprattutto per quanto riguarda gli iPad, e il crescente uso dello smartphone per attività tipiche del computer”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: