Homepage > Notizia

Tablet e smartphone nuocciono alla mente dei bambini

Secondo una recente ricerca condotta dalla Boston University, l’utilizzo esasperato di dispositivi elettronici potrebbe essere nocivo allo sviluppo infantile.

Autore: redazione smartphone e app

Pubblicato il: 04/02/2015

Una recente ricerca condotta dalla Boston University rivela che l’utilizzo esasperato di dispositivi elettronici potrebbe essere nocivo allo sviluppo infantile.
La dottoressa Jenny Radeski ritiene infatti che tali dispositivi, “durante l’infanzia possono interferire con lo sviluppo della capacità di provare empatia, di socializzare e di adattarsi ai problemi, che tipicamente si ottengono giocando ed interagendo con i coetanei”.
Inoltre, distrarre i bambini attraverso l’utilizzo di smartphone o tablet non consente loro di comprendere l’origine del proprio disagio.
Un genitore dovrebbe al contrario aiutare il bambino a focalizzarsi sulle origini del proprio disagio: questo aiuta il controllo delle emozioni ed evita la reiterazione del pianto. Tuttavia, non esiste una letteratura scientifica che attesti la nocività dell’utilizzo di strumenti elettronici da parte di neonati.
Tablet, smartphone e iPad, se da un lato possono integrare il processo educativo di un bambino, non devono tuttavia sostituirsi al contatto diretto dei neonati con la realtà, con i genitori e con i propri coetanei.
Tali dispositivi, infatti, minano le possibilità di sviluppo e socializzazione del bambino: “Se questi strumenti diventano il sistema principale per calmare e distrarre i bambini, saranno poi in grado di sviluppare da soli queste attività?”, si chiede Jenny Radesky.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: