Homepage > Notizia

Light Notebook, arriva in Italia l'app per organizzare le conversazioni

L’app Light Notebook è disponibile sul Google Play Store per gli utenti Android e nell’App Store per gli utenti Apple, in entrambi i casi sotto il nome di ‘Light Notebook’.

Autore: Redazione BitCity

Pubblicato il: 13/04/2015

Light Notebook, l’app che permette di registrare, organizzare e condividere la propria vita nel rispetto della privacy, nata dall’idea di un imprenditore italiano, Paolo Schellino, debutta ufficialmente in Italia.
Oltre ad organizzarle in note e raggrupparle all’interno di cartelle, Light Notebook offre la possibilità di condividere le nostre vite, superando i problemi che caratterizzano le chat e le e-mail. Light Notebook permette infatti di conservare la velocità della messaggistica immediata e la possibilità di organizzare le conversazioni attraverso dei titoli, evitando di generare una sovrapposizione di argomenti o un volume di e-mail troppo grande da gestire. 
All’interno di ogni nota, Light Notebook permette di inserire più documenti, anche di diverse tipologie, senza la necessità di doverli importare ogni volta – questo grazie ai 2,5 GB di storage su cloud offerti gratuitamente ed estensibili a pagamento. I contenuti archiviati saranno poi immediatamente disponibili anche all’interno della sezione “Files”. 
Light Notebook integra infine una sezione apposita, chiamata “Life”, destinata alla condivisione integrale di un account con un’altra persona - attraverso la creazione di una password pre-generata da custodire in un luogo sicuro. Una volta che il destinatario avrà ricevuto le credenziali d’accesso, potrà quindi importare l’eredità digitale ricevuta nel proprio account, come una “capsula del tempo digitale” e accedere così a tutte le note, ai file e ai contatti. L’acquisizione della “vita” digitale precedente sarà inoltre resa più semplice proprio grazie al sistema di archiviazione, già organizzato in cartelle e note contrassegnate da un titolo.
Al suo debutto Light Notebook ha già ricevuto un riscontro positivo da parte dell’Istituto di Istruzione Superiore “Vaglio Rubens” di Biella che ha infatti deciso di adottare l’app per permettere ai propri studenti di discutere e commentare le lezioni, creando ogni giorno una nota dedicata. In questo modo, se uno studente vorrà fare una domanda riguardante una specifica lezione, non dovrà far altro che aprire la nota di riferimento e commentarla: il professore, rispondendo con la rapidità della messaggistica istantanea, permetterà a tutta la classe di conoscere la risposta, continuando il processo di apprendimento. L’intera conversazione resterà quindi a disposizione di tutti gli studenti e, grazie all’organizzazione in note, sarà facilmente consultabile anche a distanza di tempo. Il vantaggio rispetto all’e-mail, in termini di velocità e di gestibilità della conversazione, diventa quindi evidente soprattutto considerando il numero di e-mail a cui il professore si troverebbe inevitabilmente a dover rispondere. 


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: