Homepage > Notizia

Ashley Madison, 3 suicidi dopo hackeraggio del sito

A seguito dell'attacco hacker ai server del sito di incontri Ashley Madison si sarebbero tolte la vita 3 persone.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 25/08/2015

A seguito dell'attacco hacker ai server del sito di incontri Ashley Madison, avvenuto lo scorso mese di luglio, si sarebbero tolte la vita 3 persone.
Nello specifico, si sarebbero suicidate 2 persone in Canada e una negli Stati Uniti, dopo che i loro dati sono stati pubblicati online.
La polizia di Toronto ha comunque sottolineato che sono ancora in corso le indagini per confermare l'effettivo legame tra il suicidio delle persone e la diffusione delle loro informazioni personali.
Nel frattempo, la società canadese che gestisce il sito di incontri, di proprietà di Avid Dating Life e Avid Life Media, ha offerto una ricompensa di 500mila dollari a chiunque sia in grado di rintracciare i responsabili dell'attacco informatico, attraverso il quale sono stati sottratti i dati di 32 milioni di utenti
Tra i dati sottratti e pubblicati sul 'deep web', l'Internet parallelo cui si accede con un particolare software, ci sono nomi, indirizzi email, numeri di telefono e preferenze sessuali degli iscritti, tra cui è possibile annoverare anche funzionari governativi e di istituzioni americane ed europee.




Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: