APC
Google: al via la mappatura Street View di “The Floating Piers”

Google: al via la mappatura Street View di “The Floating Piers”

In questo modo si potrà continuare a visitare online l'opera anche dopo la sua conclusione.

Pubblicato: 30/06/2016 14:55

di: Redazione BitCity

   

Google, in collaborazione con i diversi soggetti coinvolti nel progetto "TheFloating Piers", le Province di Bergamo, di Brescia e il Comune di Sulzano, dà il via alle operazioni dimappatura che porteranno online su Google Street View l'ultimo progetto realizzato da Christo in Italia. 
Le operazioni di mappatura fotografica con tecnologia Google Street View, l'evoluzione di Google Mapsche consente di esplorare il mondo attraverso immagini panoramiche scattate a livello stradale, sonostate avviate a Sulzano e interesseranno l'intera area dell'opera "The Floating Piers", unpercorso pedonale di 3 kilometri. 
Una volta elaborate e verificate, le immagini fotografiche saranno consultabili online su Google StreetView. Sarà cosi possibile per gli utenti di tutto il mondo accedere a questo esclusivo progetto temporaneo anche dopo la sua conclusione, prevista per il 3 luglio 2016: 70.000 metri quadri di tessuto giallocangiante, sostenuti da un sistema modulare di pontili galleggianti. 
Gli strumenti utilizzati da Google per la mappatura sono il Trekker, uno speciale zaino dotato di 15fotocamere, e il Tripod, un treppiede dotato di fotocamera ad alta risoluzione. 
Sulla piattaforma del Google Cultural Institute sono già disponibili altre opere di Christo e Jeanne-Claude, il progetto artistico comune dei coniugi Christo Vladimirov Yavachev e Jeanne-Claude Denat de Guillebon, fra i maggiori rappresentanti della land art. 
"Siamo felici di mettere a disposizione la nostra tecnologia per rendere accessibile "The Floating Piers"anche dopo la conclusione del progetto. Crediamo fermamente che Internet sia uno strumentostraordinario per democratizzare la cultura e l'arte permettendo ad un numero maggiore di persone difruirne ovunque nel mondo e anche nel corso tempo. - dichiara Claudio Monteverde, Corporate Communication and Public Affairs Manager di Google - Siamo orgogliosi di poter fare la nostra partelavorando insieme alle istituzioni culturali e alle autorità locali mettendo loro a disposizione gli strumentiper tutelare e promuovere al meglio le eccellenze artistiche e naturalistiche del territorio." 

Ultime News
Motorola scelta dal programma Android Enterprise Recommended di Google

Motorola scelta dal programma Android Enterprise Recommended di Google

Motorola è entrata in questa iniziativa con il riconoscimento che i suoi Moto Z2 Force Edition e...

Archos: al MWC presenta Hello e Safe-T mini

Archos: al MWC presenta Hello e Safe-T mini

Archos Safe-T mini è il primo portafoglio hardware per crypto currencies realizzato dal team...

Un 2017 di fuoco: 343 nuovi malware per Android all’ora!

Un 2017 di fuoco: 343 nuovi malware per Android all’ora!

700mila applicazioni malevole individuate su Google Play. Project Treble: forse la luce in fondo...

ZTE: arriva in Italia Axon M, lo smartphone dual screen pieghevole

ZTE: arriva in Italia Axon M, lo smartphone dual screen pieghevole

Il nuovo ZTE Axon M è disponibile in esclusiva nei negozi TIM a 899,99 Euro.

TomTom lancia il nuovo navigatore per motociclisti: TomTom RIDER 550

TomTom lancia il nuovo navigatore per motociclisti: TomTom RIDER 550

Il nuovo navigatore è dotato di Wi-Fi integrato, integrazione con gli assistenti vocali e lettura...

Amazon Prime Video  presenta la serie The Terror alla Berlinale

Amazon Prime Video presenta la serie The Terror alla Berlinale

La serie antologica con protagonisti Tobias Menzies e Ciaran Hinds sarà disponibile su Prime...

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media