Homepage > Notizia

Facebook contro le bufale

Facebook prosegue la sua battaglia contro le bufale online, cambiando l'algoritmo alla base dei Trend Topics.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 27/01/2017

Facebook prosegue la sua battaglia contro le bufale online, dando sempre più importanza ai media e ai giornalisti.
Nello specifico, la piattaforma cambia l'algoritmo alla base dei Trending Topics, la sezione che mostra le notizie più popolari.
D'ora in poi, le informazioni entreranno a far parte di questa categoria dopo che un certo numero di editori le avranno pubblicate e verrà mostrata anche la paternità della testata.
Trending Topics è stato lanciato nel 2014 e attualmente è disponibile negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, Canada, Australia e India.
La sezione è finita sotto i riflettori durante la campagna elettorale americana dopo un'inchiesta avviata da Gizmodo.
Un dipendente della piattaforma aveva riferito di censure relative a notizie sui Repubblicani e, successivamente, Mark Zuckerberg si era impegnato con i conservatori per un controllo più stringente dei Topics.
In seguito aveva licenziato la redazione che se ne occupava, affidandosi solo a un algoritmo.
Dall'inchiesta è poi nata una polemica mondiale sulle 'fake news' che ha coinvolto altri big della tecnologia come Google.
A questo punto, sia Facebook, sia Big G hanno deciso di tagliare la pubblicità e i relativi guadagni ai siti che diffondono notizie false.
Il social ha poi messo a punto un sistema di 'fact-checking' delle notizie con alcuni media internazionali, di segnalazione da parte degli utenti e anche un Progetto giornalismo per frenare la disinformazione. 
In base al feedback degli iscritti il social ha anche migliorato la sua sezione sulla privacy.



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: