Homepage > Notizia

Torna a sorpresa Nokia 3310

Nell'ambito del Mobile World Congress di Barcellona, Nokia rilancerà uno dei suoi telefoni più celebri, il 3310.

Autore: redazione social media

Pubblicato il: 14/02/2017

Alzi la mano chi non si ricorda di Nokia 3310, lo storico cellulare lanciato dalla casa finlandese nel settembre 2000. 
Sarete sorpresi nel sapere che il dispositivo tornerà sul mercato tra pochi giorni.
Ad anticiparlo è stata HMD Global Oy, l’azienda che ha comprato i diritti del marchio Nokia per la telefonia tradizionale, dopo l’acquisizione della parte industriale dell'impresa finlandese da parte di Microsoft.
Nell'ambito del Mobile World Congress, che si terrà tra pochi giorni a Barcellona, HMD presenterà anche tre modelli di telefoni Nokia (chiamati con un numero: 3, 5 e 6).
L'ospite più atteso sarà comunque il 3310, il Nokia più famoso di sempre.
Il mitico telefonino 2G è ancora un oggetto di culto tra gli appassionati di tutto il mondo.
Venne venduto in 126 milioni di esemplari dal 2000 al 2005, ma a sorpresa si scopre che è ancora usato da alcuni irriducibili e in Cina vengono tuttora prodotte batterie compatibili.
Nokia 3310 è considerato dai più come un telefono indistruttibile: schermo in bianco e nero, guscio personalizzabile con le Xpress-On, resistenza superiore.   
Punta di diamante la batteria, che durava una settimana.  
HMD intende rilanciarlo al prezzo di 59 Euro: non è ancora stato svelato alcun particolare, anche se sicuramente dovrà essere un telefono almeno 3G, perché in un paio di anni le reti Gsm 2G verranno spente.
Alcune indiscrezioni rivelano che potrebbe costare addirittura 39 Euro (con vendita online) e che le altre caratteristiche potrebbero essere doppia Sim, 30 giorni di stand-by e 22 ore di chiamate, con radio fm, player mp3, fotocamera da 2 megapixel e schermo da 2,4".
Non resta che attendere il MWC per tornare indietro di qualche anno e godersi il 3310.



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: