APC
Agcom: ritorno alla fatturazione mensile, nuove diffide agli operatori

Agcom: ritorno alla fatturazione mensile, nuove diffide agli operatori

Inoltre adottati provvedimenti di diffida nei confronti di Tim, Wind Tre, Vodafone, Fastweb e Sky per non aver rispettato le prescrizioni in materia di chiarezza, trasparenza e completezza delle informative rese agli utenti.

Pubblicato: 19/02/2018 14:55

di: Redazione BitCity

   

Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha verificato la persistenza sul mercato di offerte di servizi di telefonia fissa o convergenti con cadenza di fatturazione 28 giorni, ed ha conseguentemente deciso di avviare nuovi procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori responsabili della reiterata violazione della delibera n. 121/17/CONS.
L’Autorità ha poi deliberato l’adozione di provvedimenti di diffida nei confronti di Tim, Wind Tre, Vodafone, Fastweb e Sky che non hanno rispettato le prescrizioni in materia di chiarezza, trasparenza e completezza delle informative rese agli utenti, per quanto concerne, in particolare, la precisa indicazione del prezzo di rinnovo delle offerte a fronte di modifiche contrattuali nella fase di ritorno alla cadenza mensile della fatturazione dei servizi di comunicazione elettronica. Al riguardo, l’Agcom ha inoltre sottolineato l’esigenza di chiarire che eventuali modifiche dei suddetti costi sono conseguenza esclusivamente di scelte degli operatori e non del ripristino della fatturazione su base mensile. Le diffide riguardano anche il mancato rispetto degli obblighi in materia di esercizio del diritto di recesso.
L’Autorità ha messo in luce, a questo proposito, che:
- deve essere garantito il diritto di recedere o di passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, anche in caso di recesso da contratti con offerte promozionali;
- l’eventuale esercizio del diritto di recesso dal contratto comporta il venir meno di obblighi di pagamento di canoni previsti per modem o decoder forniti dall’operatore, nonché di ulteriori oneri relativi a costi di attivazione;
- ai fini dell’esercizio del diritto di recesso devono poter essere impiegate tutte le medesime forme utilizzabili al momento dell’attivazione o dell’adesione al contratto.

Ultime News
Tydo, l'app per ricevere e dare consigli sui migliori professionisti in città

Tydo, l'app per ricevere e dare consigli sui migliori professionisti in città

La particolarità di Tydo è che per ogni raccomandazione conclusa positivamente l'utente che...

Tariffe a 28 giorni, Agcom: rimborso entro fine anno

Tariffe a 28 giorni, Agcom: rimborso entro fine anno

Entro il 31 dicembre 2018 gli operatori Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb dovranno restituire in...

Un mare di droni: arrivano in Italia i robot marini e subacquei

Un mare di droni: arrivano in Italia i robot marini e subacquei

I maggiori esperti italiani di questo settore si daranno appuntamento in occasione del "Sea Drone...

Kaspersky Lab: i bambini online cercano soprattutto video e musica

Kaspersky Lab: i bambini online cercano soprattutto video e musica

I siti web di giochi si posizionano solo al quarto posto, generando solo il 9% delle richieste di...

Retelit e GO internet: accordo connettività ad alta velocità per il 5G

Retelit e GO internet: accordo connettività ad alta velocità per il 5G

La partnership con Retelit permetterà a GO internet di preparare la rete 4.5G verso il passaggio...

Tim sigla accordo strategico con fornitori Tlc

Tim sigla accordo strategico con fornitori Tlc

La partnership è stata siglata con Sirti, Sielte, Ceit, Sittel, Valtellina, Site.

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media