▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...
Homepage > Notizia

Apple: l'allarme coronavirus potrebbe impattare sui conti

Apple: "Le forniture di iPhone in tutto il mondo saranno temporaneamente limitate. Notevoli le ripercussioni sulla domanda di nostri prodotti in Cina".

Autore: Redazione BitCity

Pubblicato il: 28/02/2020

Come per molte imprese a livello mondiale, anche Apple potrebbe avere dei danni significativi dall'infezione di coronavirus che sta preoccupando tutto il mondo.
Per questo motivo Apple ha diramato una nota per i finanziatori in cui viene messo in evidenza il possibile impatto del coronavirus sui conti del prossimo trimestre.
"La nostra guidance trimestrale emessa il 28 gennaio 2020 rifletteva le migliori informazioni disponibili al momento, nonché le nostre migliori stime sulle tempistiche di rientro al lavoro dopo la fine delle festività legate al Capodanno Cinese del 10 febbraio. In tutto il Paese il lavoro sta riprendendo, ma il ritorno alla normalità è più lento del previsto. Di conseguenza, non riteniamo di poter rispettare la guidance che abbiamo fornito per il trimestre di marzo, principalmente per due motivi. Il primo è che le forniture di iPhone in tutto il mondo saranno temporaneamente limitate. Gli stabilimenti dei nostri partner per la produzione di iPhone si trovano fuori dalla provincia di Hubei, e tutte le strutture sono state riaperte, ma la ripresa dell’attività produttiva è più lenta di quanto previsto. La salute e il benessere delle persone che ci aiutano a realizzare i nostri prodotti sono la nostra priorità assoluta, e stiamo lavorando in stretta collaborazione con i fornitori e con esperti di salute pubblica per gestire al meglio l’intensificarsi della produzione. Questa carenza di forniture di iPhone inciderà temporaneamente sui ricavi in tutto il mondo" scrive Apple nella nota.
"Il secondo motivo è che ci sono state ripercussioni sulla domanda di nostri prodotti in Cina. Tutti i nostri store in Cina, e molti dei negozi partner, sono stati chiusi. Inoltre, i punti vendita aperti stanno operando a orario ridotto e con un afflusso di clienti molto limitato. Stiamo riaprendo gradualmente i nostri store, e continueremo a farlo a un ritmo costante e nel modo più sicuro possibile. I nostri uffici corporate e i nostri contact center in Cina sono aperti e i nostri store online sono rimasti sempre operativi. Fuori dalla Cina, a oggi la domanda di nostri prodotti e servizi è forte e in linea con le nostre aspettative.La situazione sta evolvendo e forniremo maggiori informazioni durante la nostra prossima conference call sui risultati finanziari in aprile".
"Apple è un’azienda fondamentalmente solida, e questo rallentamento del nostro business è solo temporaneo. Le nostre priorità, oggi e sempre, sono la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, dei partner che lavorano nella catena di fornitura, dei clienti e delle comunità in cui operiamo. A chi è in prima linea nell’affrontare questa emergenza sanitaria va la nostra più profonda gratitudine" conclude la società.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: