Homepage > Notizia

Contribuenti.it denuncia L'Agenzia delle Entrate per 1.6 milioni di cartelle pazze in consegna ai contribuenti

Sno arrivate 1,6 milioni di "cartelle pazze" ai contribuenti italiani secondo quanto denunciato dall'Associazione Contribuenti Italiani che attraverso il sito Contribuenti.it annuncia l'avvio di una azione penale contro i responsabili delle procedure e l'avvio di una richiesta di risarcimento danni per un controvalore di 3 miliardi di euro.

Autore: Redazione D.Life

Pubblicato il: 16/01/2009

In questi giorni sono arrivate 1,6 milioni di "cartelle pazze" (ovvero errate cartelle esattoriali) ai contribuenti italiani secondo quanto denunciato in un comunicato dall'Associazione contribuenti italiani, che stima che il sistema delle cartelle pazze avrebbe fruttato al fisco negli ultimi 10 anni 9,8 miliardi di euro.
"E' arrivata la solita ondata di cartelle pazze, ovvero richieste inesatte di pagamenti al Fisco a cui oramai siamo abituati e che periodicamente l'Agenzia delle Entrate omaggia ai contribuenti italiani", precisa Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it
Il fenomeno delle cartelle pazze ha colpito cittadini in regola il fisco residenti principalmente nelle province di Roma, Napoli, Genova, Pescara, Verona, Bari, Venezia, Caserta, Milano, Prato, Palermo, Viterbo, Salerno, Imperia, Aosta, Cosenza, Perugia e Bologna.
Secondo le stime l'Amministrazione finanziaria italica con le cartelle pazze, ha riscosso illegittimamente in 10 anni circa 9,8 miliardi di euro, di cui oltre 1,1 miliardi per la sola imposta di bollo dovuta sui ricorsi.
Per far cessare questo odioso balzello Contribuenti.it annuncia l'avvio di una mega azione penale contro i responsabili delle procedure esecutive ed i massimi vertici dell'Amministrazione finanziaria e l'avvio di un'azione di risarcimento danni per un controvalore di 3 miliardi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di BitCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Tag:

Notizie che potrebbero interessarti: