APC
In Italia si consolida l'uso di smartphone e tablet  per imparare l'inglese

In Italia si consolida l'uso di smartphone e tablet per imparare l'inglese

Il 70% degli italiani dichiara di utilizzare App per imparare le lingue varie volte alla settimana, e il 22% lo fa una o più volte al giorno.

Pubblicato: 24/01/2018 15:40

di: Redazione BitCity.it

   

Gennaio è il mese in cui molti italiani si ripromettono di iniziare a imparare l'inglese, uno dei propositi più diffusi con l'arrivo del nuovo anno. Ed è proprio in questo mese che si registra un aumento significativo del numero di studenti rispetto a  dicembre, dato che oltre 1 milione di nuovi alunni in tutto il mondo ha cominciato il corso di ABA English, secondo i dati dell'accademia online.
Le applicazioni per dispositivi mobili si consolidano sempre più come strumenti pratici e di uso quotidiano in Italia. Le App per imparare le lingue sono tra quelle più frequentemente utilizzate. Secondo la nuova edizione del sondaggio sull'uso delle App per Mobile Learningil 92% degli italiani dichiara di utilizzare regolarmente App per imparare l'inglese (almeno una volta alla settimana). Di questi, il 70% usa i dispositivi mobili per questo scopo varie volte alla settimana, e uno su cinque (22%) afferma di usare App per apprendere le lingue una o più volte al giorno.
I progressi tecnologici tendono a cambiare le abitudini degli utenti, e smartphone e tablet sono ormai una risorsa fondamentale per garantire l'apprendimento soprattutto a chi ha poco tempo a disposizione. Per questo, l'accademia di inglese ABA English sviluppa il contenuto delle sue lezioni in un formato che possa essere usufruito in piccole sessioni
Come spiega Maria Perillo, Responsabile Didattica di ABA English, "l'apprendimento su dispositivi mobili, il cosiddetto m-learning, presenta vari vantaggi, tra cui soprattutto la sua adattabilità allo stile di vita e alle abitudini dell'alunno. Infatti, ad ABA English progettiamo le lezioni in modo che ciascuna di esse permetta allo studente di raggiungere un obiettivo comunicativo in pochi minuti e assimilarlo per davvero. Non si tratta semplicemente di offrire contenuti di breve durata." 
Consultiamo il nostro smartphone oltre 100 volte al giorno, e questo nuovo trend ha ripercussioni su tutti gli ambiti della nostra vita, tra cui anche l'apprendimento. Il fatto che la quasi totalità degli italiani (98%) ritiene utile imparare una nuova lingua attraverso un dispositivo mobile conferma il consolidamento delle App di lingue straniere. 
Qual è il dispositivo preferito dagli italiani per imparare una nuova lingua? Per il 36% il metodo prescelto è l'uso combinato di smartphone e computer. Il 34% preferisce usare solo il computer, mentre il 30% utilizza solo lo smartphone. Tuttavia, la tecnologia preferita varia in base all'età degli intervistati: i più giovani tendono a prediligere l'uso dei dispositivi mobili, mentre l'utilizzo preferenziale del computer si registra nelle fasce più alte di età, che scelgono di dedicare allo studio un momento ben definito e più concentrato nel tempo. 
Come mostra il sondaggio, quasi la metà degli intervistati con oltre 65 anni di età (52%) preferisce imparare le lingue su computer,davanti a chi sceglie invece di usare lo smartphone (17%) o una combinazione delle due tecnologie (31%). Dati che contrastano con quelli registrati nella fascia d'età 18-34 anni: in questo caso, il dispositivo preferito dagli italiani è lo smartphone (38%) o il suo utilizzo combinato al computer (42%), mentre solo uno su cinque apprende solo su computer (20%).    
Consapevoli dell'utilità delle applicazioni mobili per l'apprendimento linguistico, gli italiani sono sempre più disposti a pagare per scaricarne una. Secondo lo studio di ABA English, il 68% degli italiani dichiara di aver pagato almeno una volta per una App, dato in crescita se confrontato con quello del 2015 (59%) e del 2016 (64%) e che rispecchia in pieno la media mondiale (68%).

Ultime News
HTC alza il sipario su HTC U12+, il suo nuovo top di gamma

HTC alza il sipario su HTC U12+, il suo nuovo top di gamma

HTC U12+ è dotato di Edge Sense 2, schermo 6”, doppie-fotocamere, audio personalizzato USonic e...

San Marino leader del 5G in Europa: al via i primi servizi

San Marino leader del 5G in Europa: al via i primi servizi

Prossima attivazione, con la collaborazione di Nokia, dei primi nodi di rete 5G per trasformare...

L'11 e il 12 giugno l'hackathon dedicato a TOBi, l'assistente digitale di Vodafone

L'11 e il 12 giugno l'hackathon dedicato a TOBi, l'assistente digitale di Vodafone

"TOBi Hack" è aperto a studenti, giovani e startupper che vorranno mettersi in gioco in una...

 Raz Degan e Michelle Hunziker sono i personaggi delle spettacolo più cercati nel web

Raz Degan e Michelle Hunziker sono i personaggi delle spettacolo più cercati nel web

Tra gli uomini completano il podio Beppe Grillo e Adriano Celentano. Tra le donne al secondo...

Tutti i libri per le vacanze in un solo

Tutti i libri per le vacanze in un solo "Touch" con Pocketbook HD2

Il dispositivo contiene 97 e-book gratuiti preinstallati in 14 lingue (di cui 7 in italiano).

Qualcomm e Facebook portano la connessione ad alta velocità oltre i 60GHz nelle aree urbane

Qualcomm e Facebook portano la connessione ad alta velocità oltre i 60GHz nelle aree urbane

Facebook e Qualcomm hanno stretto un accordo per migliorare il progetto “Terragraph” che mira a...

I piu' letti
Per Voi


Uspi BitCity e' una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Como , n. 21/2007 del 11/10/2007 - Iscrizione ROC n. 15698

G11 MEDIA S.R.L. - Sede Legale Via NUOVA VALASSINA, 4 22046 MERONE (CO) - P.IVA/C.F.03062910132
Registro imprese di Como n. 03062910132 - REA n. 293834 CAPITALE SOCIALE Euro 30.000 i.v.

G11Media